Milano: Bonomi, 'Città Salute nel 2025, ex aree Falck bonificate al 40%'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 1 lug. (Adnkronos) – La bonifica delle aree ex Falck "è stata completata e certificata per circa il 40% dell'intera superficie territoriale, che è pari complessivamente circa 1,5 milioni di metri quadrati". Lo ha spiegato l'ad di MilanoSesto, Giuseppe Bonomi, che ha fatto il punto sul progetto di rigenerazione urbana a margine dell'assemblea di Assolombarda, che quest'anno si è tenuta proprio negli spazi dell'ex acciaieria a Sesto San Giovanni.

Lunedì prossimo, in particolare, parte un cantiere importate, che è quello di una delle prime opere pubbliche a servizio della riqualificazione dell'area dove sorgerà la Città della Salute: la stazione ferroviaria, che servirà a unire due lembi di territorio e il nuovo polo urbano alla città di Milano.

"Da lunedì in poi si svilupperanno una serie di cantieri che avranno per oggetto la Città della Salute e della Ricerca, di cui si ultimerà la fase di progettazione esecutiva entro la fine dell'anno". Da qui, a seguire, partiranno i lavori di costruzioni della Città della Salute, che per cronoprogramma "si dovranno concludere entro tre anni", quindi a inizio 2025 avremo "il completamento del progetto ospedaliero". Nel 2023, "partiranno invece i lavori del nuovo polo universitario e ospedaliero del San Raffaele. Noi continueremo la bonifica su un'area per farne un grande parco pubblico". Quella di MilanoSesto, ha precisato, "non sarà essere un'isola, ma un posto dove è piacevole abitare, perfettamente integrato nel tessuto urbano".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli