Milano: caso Genovese, è il giorno della difesa, imputato presente in aula

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 18 lug. (Adnkronos) – Al settimo piano del Palazzo di giustizia a Milano è il giorno delle difesa di Alberto Genovese, l'imprenditore (presente in aula) che deve rispondere delle violenze sessuali ai danni di due ragazze – una 23enne abusata durante una vacanza a Ibiza nel luglio 2020 e una 18enne stuprata durante una festa nel suo attico a due passi dal Duomo -, oltre che di detenzione e cessione di droga. Per lui la procura ha chiesto una condanna a otto anni.

Secondo i difensori di Genovese – gli avvocati Luigi Isolabella, Davide Ferrari e Stefano Solida – l'uso di droghe avrebbe influito, come dimostra una loro consulenza, sulla capacità di intendere e volere del loro assistito al momento delle violenze di cui è chiamato a rispondere. Nel dibattimento a porte chiuse – il processo si svolge con rito abbreviato, che comporta lo sconto di un terzo della pena – la difesa è pronta a sostenere – sostenuta dalla relazione della psicologa Chiara Pigni – come un "disturbo dello spettro autistico di livello moderato", insieme all'assunzione di droghe, avrebbe impedito all'imputato di riconoscere il mancato consenso delle vittime.

Ma oggi a difendersi tocca anche all'ex fidanzata Sarah Borruso imputata in concorso con Genovese solo per la prima violenza; per lei i pm, nella scorsa udienza, hanno chiesto due anni e otto mesi di condanna. Assistita dall'avvocato Gianmaria Palminteri, ha sempre respinto le accuse: "Mai avrei potuto fare male a qualcuno, mai avrei assistito a una violenza. Mai avrei fatto qualsiasi cosa senza la partecipazione e il consenso di chi stava con me" le sue parole in aula. La sentenza è in programma il prossimo 19 settembre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli