Milano: centrodestra attacca, 'basta Area C in zona rossa, è follia'

·1 minuto per la lettura
Milano: centrodestra attacca, 'basta Area C in zona rossa, è follia'
Milano: centrodestra attacca, 'basta Area C in zona rossa, è follia'

Milano, 15 mar. (Adnkronos) – Il Comune di Milano ha deciso di mantenere attive, anche con l'avvio della zona rossa, le restrizioni di Area C per l'ingresso in città delle auto e il centrodestra insorge. "Complimenti, non c’è che dire, davvero una bella idea quella di tassare i milanesi che continueranno a doversi muovere per lavoro in nome di un ambientalismo di facciata. Mi sembra una follia", dice il commissario provinciale di Milano della Lega Salvini Premier, Stefano Bolognini.

"Non è ammissibile – prosegue – che, nel bel mezzo di una pandemia, l’amministrazione Sala continui a tenere accese le telecamere di Area C per fare cassa a spese dei milanesi. Anche perché le auto restano tuttora il mezzo più sicuro, dato che molto spesso si viaggia soli, per evitare di creare assembramenti e di contagiarsi".

La pensa allo stesso modo Riccardo De Corato. "È spontaneo domandarsi cosa sia cambiato dal 4 novembre 2020, quando il Comune di Milano, all’indomani della zona rossa, sospese l’Area C, ad oggi, giorno in cui la nostra regione torna nuovamente rossa, ma la ZTL continua a rimanere attiva". Secondo il consigliere comunale di Fdi, a Milano, e assessore regionale, "oggi siamo nella stessa identica situazione di novembre. Anzi lo smog, grazie al forte vento di questi giorni, si è dissolto, ma il rigenerato verde Beppe Sala e il suo compagno di avventure, l’assessore alla mobilità, Marco Granelli non intendono spegnere la ztl".