Milano, Chiaravalle festeggia 800 anni da consacrazione abbazia

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 apr. (askanews) - Il 2 maggio ricorre l'ottavo centenario della consacrazione della chiesa abbaziale di Chiaravalle e la ricorrenza verrà celebrata con una serie di convegni online, mostre e visite appena le condizioni sanitarie lo permetteranno. Tutti appuntamenti nati grazie alla sinergia tra il Monastero di S. Maria, il Parco Agricolo Sud Milano, Koinè cooperativa sociale onlus, il Consorzio Tutela Grana Padano e l'Associazione Duecentesca sezioni di Vignate e di Chiaravalle e il Municipio 5 del Comune di Milano.

Sabato 1 maggio si terrà online dalle 16.00 il convegno "Chiaravalle, Milano e i cistercensi XII e XIII secolo" per dare spazio alle 18.30 in chiesa all'apertura liturgica della dedicazione, con i vespri presieduti dall'Arcivescovo Mario Delpini che prepareranno alla giornata culmine delle celebrazioni di domenica 2 maggio, quando in chiesa celebrerà l'Abate Generale dell'Ordine dei Cistercensi Dom Mauro-Giuseppe Lepori. Farà seguito, trasmessa online, la rievocazione storica in costume d'epoca della consacrazione della chiesa abbaziale. Chiudono la giornata alle 18.30 in chiesa, i secondi vespri della dedicazione presieduti da Monsignor Paolo Martinelli Vicario Episcopale per la Vita Consacrata e per la Pastorale Scolastica.

A partire dal 2 maggio si potrà visitare la mostra 'Rationalis species, spiritualis effigies. Razionalità e spiritualità della chiesa abbaziale di Chiaravalle negli 8 secoli delle sue evoluzioni artistiche e architettoniche', visitabile fino ad ottobre, in base alle modalità e agli orari di apertura al pubblico del chiostro. Appena sarà possibile, si svolgeranno inoltre delle visite guidate tematiche durante i fine settimana, che forniranno un'occasione di approfondimento degli argomenti trattati nella mostra.

Fondata nel 1135 da San Bernardo come filiazione dell'Abbazia di Clairvaux, l'Abbazia di Chiaravalle Milanese è tutt'oggi popolata da una comunità monastica cistercense. La sua chiesa abbaziale è un esempio architettonico di coesistenza di stile romanico e gotico, amalgamatisi e declinati alla maniera tipicamente lombarda. Si tratta di uno dei monumenti più significativi dell'intera Arcidiocesi ambrosiana dal punto di vista storico, culturale, architettonico, spirituale e devozionale.