Milano, Comazzi(Fi): da Sala giochi retorici sulle periferie

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 giu. (askanews) - "Dopo cinque anni di gestione fallimentare della città, il sindaco Sala non ha niente di meglio da proporre che giochi retorici. Le periferie restano periferie, con le loro caratteristiche e i loro problemi". Lo ha scritto in una nota Gianluca Comazzi, consigliere comunale a Milano e capogruppo di Forza Italia nel Consiglio regionale della Lombardia a proposito dell'invito del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a non parlare più di periferie ma di quartieri.

"Non è chiamandole con un altro nome che miglioreremo la vita dei cittadini: bisogna darsi da fare per contrastare il degrado, l'abusivismo, l'emarginazione sociale, garantendo percorsi di formazione professionale per chi si trova senza lavoro" ha osservato l'esponente di Fi.

"Il sindaco - ha proseguito - dice 'basta parlare di periferie'. Parliamone invece! Parliamone e agiamo per migliorare i nostri quartieri. Il problema di questa giunta - continua l'azzurro - è proprio questo: anziché risolvere i problemi preferiscono nascondere la sabbia sotto il tappeto".

!Dobbiamo offrire a chi abita distante dal centro un trasporto pubblico efficiente e sicuro, telecamere e punti luce per dissuadere i malintenzionati, agevolare la mobilità privata con incentivi (e limitando inutili ztl nate solo con lo scopo di riempire i forzieri del Comune). Ai cittadini - conclude - non basta dire 'vogliamo trovare una bella definizione di città'; i cittadini vogliono vivere in una bella città, e la politica glielo deve garantire con i fatti concreti. Delle definizioni, buone per gli slogan elettorali, non sanno che farsene" ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli