Milano, Comune approva piano da 14 mln per tetti scuole della citt

Red-Asa

Milano, 8 giu. (askanews) - La Giunta comunale di Milano ha dato il via libera, approvando due delibere di fattibilit tecnica e economica, a un progetto di manutenzione dei tetti delle scuole milanesi dal valore complessivo di 14 milioni di euro. Una cifra che consentirebbe di intervenire su pi di 50 coperture. Le due delibere, una per lavori sui manti di copertura ed una per la manutenzione dei sistemi di scarico delle acque meteoriche, permettono da una parte lavori su gronde, pluviali, complivi e dall'altra la realizzazione di accessi idonei alle coperture per esecuzione di interventi di manutenzione sulle guaine, ripristinando nel suo complesso la perfetta funzionalit dei sistemi di scarico delle acque meteoriche dove compromessa.

"Abbiamo fatto una stima degli interventi necessari per il prossimo anno scolastico - ha commentato in una nota Paolo Limonta, assessore all'Edilizia Scolastica - e abbiamo verificato che i problemi pi frequentemente riscontrati sono i fenomeni di infiltrazione di acqua che causano tanti disagi ai bambini e alle bambine che frequentano le nostre scuole e ai loro genitori e insegnanti". "Proprio l'ampiezza da una parte e la necessaria programmazione dei diversi interventi dall'altra - ha proseguito Limonta - ha reso difficile finora agire in maniera risolutiva. Per questo abbiamo pensato a due progetti che agissero in maniera coordinata per risolvere alla base questi problemi e a finanziamenti dedicati".

Non si tratta di iinterventi strutturali, ma di lavori costosi che necessitano di una buona programmazione perch richiedono la presenza di ponteggi per permettere di intervenire in sicurezza. "L'approvazione del decreto Scuola con l'inserimento dei poteri commissariali ai sindaci in tema di edilizia scolastica, sebbene non sia ancora definito il procedimento, dovrebbe consentirci di velocizzare i tempi di esecuzione degli interventi e di immaginare di poter partire con il primo cantiere gi nel prossimo ottobre, con tempistiche ridotte rispetto ai quelle a cui siamo abituati attualmente. Le scuole milanesi e i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze che le frequentano ne hanno un grande bisogno" ha concluso.