Milano: Comune, illegittima legge regionale su immobili dismessi

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 29 ott. (Adnkronos) – La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 40-bis della legge regionale della Lombardia n. 12 del 2005 ‘Legge per il governo del territorio’. Lo fa sapere il Comune di Milano spiegando che la sentenza della Consulta, datata 6 ottobre, "pone fine a una lunga vicenda giudiziaria in cui Palazzo Marino si è sempre battuto a difesa dell’autonomia dei comuni".

Si legge, ad esempio, nelle circa 20 pagine di dispositivo, che "l’imposizione ai Comuni, per di più al di fuori di qualsiasi procedura di raccordo collaborativo, di una disciplina quale quella in esame finisce per alterare i termini essenziali di esercizio della funzione pianificatoria, anche perché obbliga … a far dipendere le loro scelte fondamentali sulle forme di uso e sviluppo del territorio da una decisione legislativa destinata a incidere in modo assai significativo sull’aumento dell’edificato e sulla conseguente pressione insediativa".

Per il Comune di Milano, secondo l’assessore alla Rigenerazione urbana Giancarlo Tancredi, "questa sentenza non rappresenta solo un’importante vittoria dal punto di vista giudiziario. Ma è la conferma di un principio fondamentale, quello della potestà dei comuni nel pianificare la rigenerazione del proprio territorio, che ci porterà come Comune di Milano a scoraggiare con ancora più efficacia qualsiasi forma di degrado e abbandono”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli