Milano: Comune, 'su Barbato false ricostruzioni, agiremo per vie legali' (6)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Acquisite le necessarie autorizzazioni del Ministero dell’Interno, il 4 settembre 2017 con decreto sindacale viene conferito a Ciacci l’incarico di Comandante e di Direttore della Direzione Sicurezza Urbana del Comune di Milano per una durata di tre anni prorogati. Ciacci, già primo Dirigente della Polizia di Stato, viene scelto sulla base di un profilo altamente specializzato che lo rende pienamente abile ed idoneo ad assumere il ruolo.

Gran parte dei fatti fin qui esposti sono stati già oggetto di chiarimento in precedenti occasioni e in diverse sedi istituzionali. A seguito di un esposto presentato dal Consigliere comunale Basilio Rizzo, l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha presentato, con nota del 7 novembre 2017, richiesta di informazioni al Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza del Comune di Milano in ordine alla collocazione in altro incarico del Comandante della Polizia Locale. In particolare l’Autorità richiedeva approfondimenti sul presunto utilizzo improprio di un contratto a tempo determinato. A seguito dei chiarimenti forniti, il 16 gennaio 2018, l’Autorità comunicava di avere disposto l’archiviazione della segnalazione.

Presso la Corte dei Conti Lombardia è stata presentata una segnalazione avente oggetto ipotetiche “Irregolarità relative alla collaborazione in altro incarico del dott. A. B. già Comandante del Corpo della Polizia Locale e all’incompatibilità del Dott. M.C. nuovo comandante”. Sono stati forniti chiarimenti in data 24 gennaio 2018 attraverso una relazione dettagliata sulla nomina del nuovo Comandante Ciacci, sulla collocazione ad altro incarico del dott. Barbato, unitamente alla nota di archiviazione Anac. Da allora non sono pervenute ulteriori richieste di informazioni, né la magistratura contabile ha notificato altri atti. Al Consigliere comunale Fabrizio De Pasquale, che in data 4 settembre 2017 ha presentato interrogazione urgente ad oggetto “Nomina del Comandante dei Vigili Urbani di Milano”, e all’onorevole Igor Iezzi, che ha presentato ben due interrogazioni parlamentari in ordine alla vicenda del comando del dott. Ciacci, sono state fornite risposte puntuali tanto è vero che da parte dello stesso consigliere De Pasquale non arrivarono obiezioni.

(segue)