Milano: con Area B in 6 mesi ingressi auto inquinanti -13%

Lzp

Milano, 17 ott. (askanews) - A sei mesi dall'attivazzione di Area B, gli ingressi di auto in città sono diminuiti del 13%, pari a circa 12mila transiti in meno ogni giorno. Al momento, dei 186 varchi di accesso previsti complessivamente a Milano, 15 sono controllati con le telecamere ed è su questi che si è concentrato il monitoraggio dei transiti. I dati invece si riferiscono al semestre che va da aprile a settembre: il provvedimento infatti è entrato in vigore il 25 febbraio, con il mese di marzo utilizzato per il pre-esercizio.

Le rilevazioni (mai effettuate per un periodo continuativo di tale durata) hanno consentito di verificare che la punta mattutina nei giorni feriali è stata tra le 7.30 e le 9, con una media complessiva, nelle 15 strade, di 4.500 transiti ogni 30 minuti (ovvero 150 veicoli al minuto). La punta pomeridiana feriale è stata tra le 17 e le 19 con una media di 4.000 transiti ogni 30 minuti (133 veicoli al minuto). Negli stessi orari, il traffico si riduce a 1/3 il sabato mattina ed è pari a 2/3 il sabato e la domenica pomeriggio. Quasi nessuna variazione tra i giorni feriale e festivi per le fasce orarie non di punta, in particolare tra le 10.30 e le 13 e dopo le ore 21.

Il primo step di Area B vieta l'ingresso ai veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e alle moto a due tempi Euro 0, 1 dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle ore 19.30, esclusi i festivi. I cittadini con veicoli oggetto di questi divieti e transitati almeno una volta sotto i 15 varchi con telecamera sono stati circa 24mila; il 93,5% di questi è transitato dai varchi al massimo per 10 volte; il 56,3% è transitato solo una volta e solo 111 hanno esaurito i 50 ingressi consentiti nel primo anno di divieto. Come previsto dal provvedimento tutti hanno ricevuto al primo passaggio la lettera informativa e il crollo di transiti successivi alla ricezione della comunicazione ne evidenzia l'efficacia.

I transiti effettuati in probabile sanzione sono stati circa 2.800, dei quali il 40% nel mese di settembre (precedentemente i veicoli hanno beneficiato dei 50 ingressi liberi); le prime sanzioni per i divieti ambientali si riferiscono a ingressi avvenuti nella seconda parte dello scorso giugno; i transiti complessivi effettuati dai veicoli in contrasto con le norme di area B (derogati più sanzioni) costituiscono circa l'1,2% del totale dei transiti. (segue)