Milano, De Corato: Comune rimuova murales oltraggioso via Torino

Red-Asa

Milano, 15 giu. (askanews) - "Oggi, sui muri di via Torino, apparso un altro oltraggio alla memoria del giornalista ad opera di un artista di strada. Mi auguro che il Comune proceda immediatamente con l'eliminazione del graffito, ennesimo sfregio alla memoria di Montanelli". il commento dell'ex vice sindaco di Milano e assessore regionale alla sicurezza, immigrazione e polizia stradale, Riccardo De Corato, a proposito dell'opera dell'artista toscano Gionata Gesi, in arte Ozmo, comparsa su un muro di via Torino. Lo stesso De Corato oggi ha partecipato a una manifestazione di Fratelli d'Italia per condannare l'imbrattamento del monumento a Indro Montanelli, gesto al quale si collega l'opera di Ozmo.

"Alla vernice rossa usata per imbrattare e infangare la memoria di Montanelli ed ai Murales apparsi in via Torino, ho voluto rispondere con il bianco di un mazzo di margherite" ha proseguito De Corato. "Da vice sindaco di Milano ho avuto il piacere di conoscere Indro Montanelli, uomo che ho sempre apprezzato per la sua lungimiranza culturale".

"Il Lume, laboratorio universitario metropolitano, occupa abusivamente dall'ottobre del 2017 l'ex Magazzino del verde pubblico comunale proprio sotto i Bastioni di Porta Venezia. veramente vergognoso che gli autori dello sfregio alla scultura dei giardini di Porta Venezia occupino ancora in maniera abusiva gli spazi comunali di via Vittorio Veneto. Cosa aspetta il Comune a sgomberarli? La campagna iconoclasta cavalcata da qualche imbecille in cerca di notoriet paragonabile a quella dei Talebani che hanno basato la loro campagna sulla distruzione dei simboli della storia" ha concluso l'esponente di Fdi.