Milano-Cortina 2026, Rossi: lascerà infrastrutture fondamentali

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 mag. (askanews) - Dopo la tappa di ieri a Sondrio, la seconda giornata organizzata in Valtellina dalla Fondazione-Cortina 2026 e da Regione Lombardia per un confronto con le istituzioni e gli stakeholder del territorio, ha avuto luogo a Bormio (Sondrio), dove la mitica pista Stelvio ospiterà i giochi olimpici. All'appuntamento hanno preso parte, tra gli altri, il sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi e Grandi eventi di Regione Lombardia, Antonio Rossi, il presidente della Fondazione Milano Cortina 2026, Giovanni Malagò, il presidente del Coni Lombardia, Marco Riva, e la sindaca Bormio, Silvia Cavazzi.

"L'eredità delle Olimpiadi invernali per la Lombardia è stato l'altro tema al centro del dibattito di oggi: gli impianti sportivi all'avanguardia potranno essere sede di future gare internazionali" ha spiegato Rossi, aggiungendo che grazie alle risorse investite da Regione Lombardia, oltre 575 milioni di euro, miglioreranno i collegamenti viari con le località montane e ne beneficerà anche il territorio, che sarà più 'appetibile' quale riferimento per l'apertura di nuove imprese. Così come l'export e la conseguente promozione delle bellezze della nostra regione".

"Fare rete, fare sistema per onorare il motto olimpico 'più veloce, più in alto, più forte insieme', questa è la chiave per costruire i nostri Giochi olimpici valorizzando le eccellenze che ci sono sul territorio della nostra regione" ha dichiarato Riva, sottolineando "avanti dunque con la sinergia Regione, Fondazione e Coni, con la consapevolezza che questa squadra sarà all'altezza di una manifestazione che resterà nella storia dell'intero Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli