Milano-Cortina: a chi va la medaglia d'oro per l'assegnazione dei Giochi?

Le Olimpiadi invernali del 2026 porteranno "investimenti, tante strade, tanti impianti sportivi da mettere a posto, non solo in Lombardia e Veneto, ma in tutta Italia. Significa milioni di turisti di visitatori, una grande immagine dell'Italia in tutto il mondo". Parla Matteo Salvini. "Ringrazio tutti coloro che ci hanno creduto fin da subito: sia a livello locale, sia a livello nazionale. È merito di tutti perché i dossier li hanno messi insieme tutti: associazioni sportive, federazioni, volontariato, imprenditori, artigiani, sindaci, governatori. Tutti. Anche al governo c'era qualcuno che ci credeva di più; qualcuno che ci credeva di meno. Però l'importante è il risultato", ha continuato il ministro dell'Interno, commentando l'assegnazione a Milano-Cortina delle Olimpiadi invernali 2026."È una bella notizia per l'Italia: mi spiace che qualcuno si sia sfilato perché avrebbero dovuto essere le Olimpiadi di tutto l'arco alpino", ha ricordato citando il passo indietro di Torino. "Però vedremo di coinvolgere 60 milioni di italiani lo stesso. Spero che tutti remino nella stessa direzione". "Oggi è una giornata per cui magari qualcuno gufava - ha concluso - son convinto che qualcuno pur di dare addosso al governo tifava per altri. Ma è una bella giornata soprattutto per tutte le associazioni sportive e penso allo sport dilettantistico, quello di base".Salvini non affonda il colpo contro il Movimento 5 stelle ma nella Lega si ricorda come sia stato il partito di via Bellerio - e in primis Giancarlo Giorgetti \- ad essersi intestato la partita sulle Olimpiadi. "Il governo, fortunatamente, con un po' di fatica, è arrivato a rispondere alle esigenze dei territori", ha sottolineato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio. "Ha avuto anche difficoltà nel suo Governo ma ha saputo trovare la soluzione", aggiunge il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che sarà presidente del Comitato Organizzatore di Milano-Cortina.Non è solo il Pd a rimarcare come sia la sindaca di Roma, Virginia Raggi, sia la prima cittadina di Torino, Chiara Appendino abbiano perso una grande occasione. Ma M5s con Di Maio e i sottosegretari alla presidenza del Consiglio, Buffagni e Valente, hanno sottolineato l'importanza del semaforo verde a Milano e Cortina: "Oggi - ha detto il vicepremier M5s - ha vinto lo sport, la sua purezza e l'entusiasmo di un intero Paese, lontano da ogni logica di potere, lontano da ogni interesse". Il premier Giuseppe Conte: "Ha vinto un intero Paese che ha lavorato unito e compatto con l'ambizione di realizzare e offrire al mondo un evento sportivo memorabile". Dalle Olimpiadi alla Flat Tax​Ora la Lega mira a trasformare la vittoria dell'Italia sulla Svezia per i giochi invernali del 2026 in un esempio della necessità di avere coraggio. Coraggio sulla flat tax e sull'autonomia innanzitutto. Il ministro dell'Interno spinge sui dossier sul tavolo. Puntando ad anticipare la manovra, cerca di forzare la mano e di spedire un messaggio anche a Bruxelles: la flat tax si deve fare, la Ue se ne faccia una ragione. "Ci dica dove trovare i soldi, non giochi a nascondino", la tesi del Capo politico M5s, "non vorrei che si voglia togliere qualcosa agli italiani". "Noi abbiamo le idee chiare, vedremo gli altri", afferma il viceministro dell'Economia, Garavaglia che ha frenato allo stesso tempo sul salario minimo.Ma in entrambi i partiti della maggioranza c'è fibrillazione interna. Nella Lega è botta e risposta sui 'minibot'. Il presidente della commissione Bilancio della Camera, Borghi, è tornato a dire che Giorgetti non ha bocciato il suo piano. Ma il sottosegretario anche oggi è tornato sull'argomento: "Gli ho consigliato di puntarli sulla Svezia...".Polemiche? "La posizione della Lega e del governo è nel contratto - ha tagliato corto Salvini -. È evidente che pagare i debiti con le imprese e con le famiglie è una priorità per il mio Movimento. Sul come farlo il dibattito è aperto, l'importante è farlo". Nel Movimento 5 stelle, invece, aumenta l'irritazione nei confronti di Di Battista. Sotto traccia sempre più numerose le battute al veleno per il pentastellato: "Sta cercando solo casa. Così terremota il Movimento, non solo il governo", la tesi dei fedelissimi del capo politico M5s.

Le Olimpiadi invernali del 2026 porteranno "investimenti, tante strade, tanti impianti sportivi da mettere a posto, non solo in Lombardia e Veneto, ma in tutta Italia. Significa milioni di turisti di visitatori, una grande immagine dell'Italia in tutto il mondo". Parla Matteo Salvini. "Ringrazio tutti coloro che ci hanno creduto fin da subito: sia a livello locale, sia a livello nazionale. È merito di tutti perché i dossier li hanno messi insieme tutti: associazioni sportive, federazioni, volontariato, imprenditori, artigiani, sindaci, governatori. Tutti. Anche al governo c'era qualcuno che ci credeva di più; qualcuno che ci credeva di meno. Però l'importante è il risultato", ha continuato il ministro dell'Interno, commentando l'assegnazione a Milano-Cortina delle Olimpiadi invernali 2026.

"È una bella notizia per l'Italia: mi spiace che qualcuno si sia sfilato perché avrebbero dovuto essere le Olimpiadi di tutto l'arco alpino", ha ricordato citando il passo indietro di Torino. "Però vedremo di coinvolgere 60 milioni di italiani lo stesso. Spero che tutti remino nella stessa direzione". "Oggi è una giornata per cui magari qualcuno gufava - ha concluso - son convinto che qualcuno pur di dare addosso al governo tifava per altri. Ma è una bella giornata soprattutto per tutte le associazioni sportive e penso allo sport dilettantistico, quello di base".

Salvini non affonda il colpo contro il Movimento 5 stelle ma nella Lega si ricorda come sia stato il partito di via Bellerio - e in primis Giancarlo Giorgetti - ad essersi intestato la partita sulle Olimpiadi. "Il governo, fortunatamente, con un po' di fatica, è arrivato a rispondere alle esigenze dei territori", ha sottolineato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio. "Ha avuto anche difficoltà nel suo Governo ma ha saputo trovare la soluzione", aggiunge il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che sarà presidente del Comitato Organizzatore di Milano-Cortina.

Non è solo il Pd a rimarcare come sia la sindaca di Roma, Virginia Raggi, sia la prima cittadina di Torino, Chiara Appendino abbiano perso una grande occasione. Ma M5s con Di Maio e i sottosegretari alla presidenza del Consiglio, Buffagni e Valente, hanno sottolineato l'importanza del semaforo verde a Milano e Cortina: "Oggi - ha detto il vicepremier M5s - ha vinto lo sport, la sua purezza e l'entusiasmo di un intero Paese, lontano da ogni logica di potere, lontano da ogni interesse".  Il premier Giuseppe Conte: "Ha vinto un intero Paese che ha lavorato unito e compatto con l'ambizione di realizzare e offrire al mondo un evento sportivo memorabile".

Dalle Olimpiadi alla Flat Tax​

Ora la Lega mira a trasformare la vittoria dell'Italia sulla Svezia per i giochi invernali del 2026 in un esempio della necessità di avere coraggio. Coraggio sulla flat tax e sull'autonomia innanzitutto. Il ministro dell'Interno spinge sui dossier sul tavolo. Puntando ad anticipare la manovra, cerca di forzare la mano e di spedire un messaggio anche a Bruxelles: la flat tax si deve fare, la Ue se ne faccia una ragione. "Ci dica dove trovare i soldi, non giochi a nascondino", la tesi del Capo politico M5s, "non vorrei che si voglia togliere qualcosa agli italiani". "Noi abbiamo le idee chiare, vedremo gli altri", afferma il viceministro dell'Economia, Garavaglia che ha frenato allo stesso tempo sul salario minimo.

Ma in entrambi i partiti della maggioranza c'è fibrillazione interna. Nella Lega è botta e risposta sui 'minibot'. Il presidente della commissione Bilancio della Camera, Borghi, è tornato a dire che Giorgetti non ha bocciato il suo piano. Ma il sottosegretario anche oggi è tornato sull'argomento: "Gli ho consigliato di puntarli sulla Svezia...".

Polemiche? "La posizione della Lega e del governo è nel contratto - ha tagliato corto Salvini -. È evidente che pagare i debiti con le imprese e con le famiglie è una priorità per il mio Movimento. Sul come farlo il dibattito è aperto, l'importante è farlo". Nel Movimento 5 stelle, invece, aumenta l'irritazione nei confronti di Di Battista. Sotto traccia sempre più numerose le battute al veleno per il pentastellato: "Sta cercando solo casa. Così terremota il Movimento, non solo il governo", la tesi dei fedelissimi del capo politico M5s.