Milano, credito solidale a interessi zero per chi è in difficoltà

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 mar. (askanews) - Presentata questa mattina "Credito Solidale 2.0", la nuova iniziativa di Fondazione Welfare Ambrosiano che consente a chi lavora nella città metropolitana di Milano accedere a un credito a costo zero, sino ad un massimo di 10mila euro, per far fronte alle spese primarie: affitto, spese condominiali, spese sanitarie, rate dell'asilo nido, mensa scolastica dei figli, ecc.

L'obiettivo di "Credito Solidale 2.0" è offrire uno strumento pratico e sicuro ad un numero crescente di persone che a causa dell'emergenza Covid-19 stanno avendo una riduzione temporanea del reddito e corrono il rischio di scivolare in condizioni di fragilità come nel caso di chi è stato o è ancora in cassa integrazione, chi sta percependo l'indennità di disoccupazione perché ha perso il lavoro o chi ha avuto una sostanziale riduzione del fatturato della propria attività lavorativa.

Nello specifico grazie a "Credito Solidale 2.0" la Fondazione Welfare Ambrosiano garantisce l'accesso al credito presso banche convenzionate per rendere possibile l'erogazione di un prestito fino a un importo massimo di 10mila euro e riconosce un contributo a fondo perduto per l'abbattimento del 100% degli interessi. La restituzione del prestito avrà inizio 12 mesi dopo l'erogazione, con rate sostenibili e dilazionabili fino a 5 anni.

Questa iniziativa si aggiunge alle altre due proposte di natura più progettuale che la Fondazione Welfare mette già a disposizione dei cittadini milanesi per la loro ripartenza: l'avvio di impresa e Partita AttIVA. Due opportunità create per favorire la nascita su basi solide di nuove attività e per facilitare gli investimenti di tutti i liberi professionisti e i lavoratori autonomi che lavorano con Partita Iva.

"Con 'Credito Solidale 2.0' vogliamo offrire un'occasione per ripartire, dare un sostegno che funga anche da sprone per chi sta vivendo un periodo di difficoltà dovuto alla crisi generata dalla pandemia Covid-19 - dichiara Giuseppe Sala, sindaco di Milano -. La ripartenza non è e non sarà facile per nessuno e certamente sarà più dura per i milanesi che hanno perso il lavoro o sono in cassa integrazione. Per essere loro di sostegno, Fondazione Welfare Ambrosiano ha messo in campo questa iniziativa di accesso al credito, a costo zero: perché ricostruire la propria quotidianità così come pensare al futuro con fiducia deve essere una prerogativa di tutti".

"In questi anni, segnati dalla crisi, la Fondazione Welfare Ambrosiano è intervenuta con misure specifiche per offrire un aiuto concreto alle famiglie che stavano attraversando un momento complicato. E lo fa anche questa volta con l'iniziativa del Credito solidale 2.0, uno strumento che non può essere considerato risolutivo, ma che, siamo certi, contribuirà a dare sollievo e speranza a tante persone. È un segno di attenzione, una spinta per ripartire verso tempi migliori. Cgil, Cisl e Uil credono molto nella Fondazione, di cui sono cofondatori, un progetto che rappresenta bene lo spirito ambrosiano, fatto di pragmatismo, creatività, collaborazione, impegno per il bene collettivo", hanno dichiarato i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Milano Massimo Bonini, Carlo Gerla, Danilo Margaritella.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli