Milano, “deforma” volto della compagna a colpi di pinza e coltello

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 giu. (askanews) - Sabato scorso a Milano, un 26enne pregiudicato siciliano è stato posto in stato di fermo dalla polizia per tentato omicidio per aver provocato una lesione permanente con deformazione del viso alla sua fidanzata, colpita con una "chiave a pappagallo" e un coltello. Lo ha riferito oggi la questura del capoluogo lombardo, spiegando che intorno alle 20 della sera prima, gli agenti delle Volanti erano intervenuti in un appartamento di viale Jenner dove l'uomo aveva aggredito la compagna, un'italiana di 44 anni disoccupata e incensurata, perché lei si rifiutava di dargli i soldi che avrebbe ricavato dalla vendita di quella sua abitazione, definita con l'acquirente proprio qualche ora prima.

I due, che avrebbero dovuto andare a vivere insieme in un'altra casa, avrebbero iniziato a discutere quando improvvisamente l'uomo l'avrebbe colpita alla testa e al volto con un coltello e con la pinza da idraulico procurandole ferite e fratture multiple, che le hanno irrimediabilmente deformato il volto.

Trasportata in codice rosso all'ospedale Policlinico, la donna aveva ricevuto una prognosi di 45 giorni, mentre il giovane, con precedenti per reati contro il patrimonio, aveva fatto perdere le proprie tracce. Immediatamente era scattata la caccia all'uomo ma è stato lui, sabato mattina, a consegnarsi spontaneamente al commissariato "Greco-Turro" di via Francesco Perotti.

Accompagnato in ospedale dove è stato medicato per una ferita da taglio alla mano destra che si sarebbe procurato nel corso dell'aggressione, il 26enne è stato poi sentito dagli investigatori della squadra mobile, al quale avrebbe parlato della lite nel corso della quale "ho esagerato". Ora è in carcere con l'accusa di tentato omicidio, lesioni personali gravissime e sfregio permanente al viso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli