Milano Digital Week, 'Lo sviluppo dei limiti'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Oltre 400 eventi dal 10 al 14 novembre in presenza e aperti alla città. E' l'agenda della Milano Digital Week- Lo sviluppo dei limiti che si presenta fitta di appuntamenti.

Highlights lunedì 14 novembre

Ciao! In viaggio tra le generazioni: ore 10.00 – Fondazione Amplifon – evento online. Fondazione Amplifon Onlus vuole proporre l'esperienza di un viaggio digitale, guidati da una guida in loco e in compagnia degli anziani delle RSA parte del progetto Ciao! La fondazione aziendale del Gruppo Amplifon nata per promuovere l’inclusione sociale, darà al pubblico della MDW l'opportunità di prendere parte a un viaggio digitale alla scoperta di una vibrante città internazionale, attraverso una guida in loco. L'evento si sviluppa in partnership con Miravilius, digital travel company, Cisco e Durante, e nasce dal progetto Ciao! l'iniziativa di digitalizzazione delle RSA italiane di Fondazione Amplifon che ha l'obiettivo di migliorare il benessere sociale degli ospiti delle strutture attraverso la tecnologia

La rivoluzione a metà: storie della rete tra miti e limiti: ore 10.00 – Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi decenni la narrazione sul digitale ha costruito i suoi miti, ci ha raccontato dell’accesso universale alle informazioni, di grandi opportunità economiche e riscatti sociali grazie alla rete. Ma quali limiti nasconde questa narrazione? In questo dibattito a due voci scopriremo luci e ombre del digitale contemporaneo. Fausto Colombo, professore ordinario di Teoria e tecniche dei media (Unicatt), e Gabriele Balbi, professore associato di Media studies (USI), moderati da Serena Piazzi (UPA), si confronteranno sulle storie, i personaggi e gli eventi che hanno costruito ‘l’ultima ideologia’ dei nostri giorni.

Progettare il software della città: ore 10.30 – Mind. Le relazioni delle comunità che vivono, che lavorano, che transitano; la scelta delle attività produttive, di servizi, di ricerca e la loro integrazione; i sottoservizi necessari a un caregiving sempre più trasversale. È un software complesso quello che innerva i contesti sociali, culturali, sostenibili di un progetto e va aggiornato continuamente con nuovi gradienti d’innovazione del progetto stesso. Interverranno: Nina Bassoli (Triennale Milano), Stefano Micelli (Università Ca' Foscari), Andrea Vecci (Redo Sgr), Stefano Minini (Lendlease), Simone Rejnaud (Nhood).

Contro l'economia: essere ribelli dentro le Istituzioni: ore 11.00 Fondazione Eni Enrico Mattei. Muovendo dalla raccolta di scritti ‘Contro l'economia’ di Cornelius Castoriadis lo storico dell’economia Giulio Sapelli e il filosofo Raffaele Alberto Ventura si confronteranno sulle tesi di un filosofo politico e militante che ha tratto, anche dalla sua attività quotidiana di funzionario Ocse, altra linfa critica e ribelle.

La bellezza è una promessa di felicità: ore 14.30 a cura di Team di Stendhapp – evento online. Durante la conferenza racconteremo come le interviste realizzate abbiano intercettato un bisogno crescente da parte di almeno due tipologie di utenza di riscoperta dei luoghi di prossimità in maniera facile ed immediata. Attraverso il digitale l'utente ha finalmente un potente strumento per fruire del patrimonio artistico e culturale della propria città, in particolare delle periferie, spesso ignorate dai principali flussi turistici urbani. Questa rivoluzione digitale genera un circolo virtuoso tra il senso di appartenenza del cittadino al proprio quartiere e la volontà di implementare al suo interno azioni di rigenerazione e riqualificazione urbana.

Agrodolce Stil Novo. Mobilità e Benessere urbano: ore 15.00 Piscina Cozzi. Ostacoli e potenzialità verso un orizzonte di mobilità dolce urbana, analizzati da tre esperti come Marco Mazzei (Consigliere comunale), Federico Del Prete (Presidente Legambici) e Tommaso Goisis (Attivista di "Sai che puoi?"). Partecipa la presidentessa di Milanosport, Rosanna Volpe, e modera Emanuela Grigliè (La Stampa; Repubblica).

Unstoppable Women ore 17 – spazio Levono corso Matteotti 10. Un format che mette al centro il networking, la condivisione e la formazione. Quest’ultimo gruppo è molto caro a StartupItalia, diventando il centro dell’evento. L'edizione si aprirà con il Bootstrap, il format di StartupItalia dedicato alla formazione in cui riuniamo mentor, e startup. A conclusione dei tavoli di lavoro si terranno, durante il momento del main stage, talk ispirazionali e interviste per conoscere meglio profili di donne di talento, seguito da un cocktail informale: un momento pensato anche per facilitare il networking tra le Unstoppable Women.

Artificial Lives -The Humanoid robot in contemporary media culture: ore 17.30 – Università Cattolica del Sacro Cuore a cura di Massimo Locatelli e Francesco Toniolo, Franco Angeli editore Ai confini dell’umano. I robot antropomorfi nell’immaginario contemporaneo raccoglie una serie di riflessioni che ripercorrono la storia delle molteplici rappresentazioni del robot antropomorfo nella cultura mediale: cinema, televisione, videogiochi. Si parla delle nostre paure più recondite e di avvincenti universi narrativi, di nuove possibilità di interazione e dietro a tutto, di filosofia della tecnica: il nostro presente.

Metagaming: Nuove frontiere e limiti antichi. Ore 18. Cariplo Factory .Muovendo dal report del Neuroscience Lab dell'Innovation Center di Intesa Sanpaolo "New Frontiers in Gaming", Francesca Maggi (Senior Innovation Specialist, Intesa Sanpaolo), Alessio Carciofi (scrittore e consulente), Matteo Pozzi (We Are Muesli) e Eleonora Senini (Coderblock) riflettono sugli orizzonti avveniristici che queste nuove tecnologie dischiudono, con particolare attenzione alle ricerche di tipo neurologico e psicologico. Modera l'incontro il giornalista Mario Petillo.

Il futuro della sostenibilità del pianeta. Ore 10.00 24OREbusiness School Matteo Caccia (Radio24) insieme a Luca Mercalli (noto meteorologo, climatologo e divulgatore scientifico italiano), l’artista Cristian Rizzuti e il conduttore radiofonico Linus (Radio Deejay) discuteranno sul futuro della sostenibilità del pianeta, grazie alla raccolta di dati fornita dall’opera

Milano Breath (un’installazione interattiva audiovisiva) che utilizza gli open data forniti dalle stazioni di monitoraggio pubbliche.

Le parole sono tutto. ore 18.30 – Open Milano Con la rivoluzione digitale, la comunicazione è diventata ancor più decisiva in ogni dimensione: lavoro, relazioni, società. In questo workshop Alessandro Nardone e Francesco Fabiano, tra i maggiori esperti italiani di comunicazione, ci aiuteranno a cogliere i cambiamenti decisivi avvenuti negli ultimi 20 anni, ma anche ad utilizzare al meglio tutti gli strumenti e i contenuti che ci permetteranno di governare il Web invece di esserne governati.

C'è ancora spazio per l'utopia? ore 19.00 – Cariplo Factory Base. In questa parte di secolo (e di millennio) gli accadimenti attorno alla sostenibilità hanno assunto un'accezione più larga, spostando il proprio asse dall’ambiente alla società, all’economia, alla cultura. In questo finale di Milano Digital Week, alcuni protagonisti degli anni '70 e '80 ne parleranno attorno a un libro di Stefano Ghittoni, Milano Off, dedicato ai primi anni Ottanta milanesi, e alla rinascita di Re Nudo testata faro degli anni Settanta mentre scorreranno alcune storiche immagini selezionate da Ranuccio Sodi. Una riunione nostalgica? No, un’assunzione di responsabilità nei confronti delle nuove generazioni. Anche l'avvento del digitale ha riportato sotto i riflettori le utopie ma molte si sono trasformate troppo velocemente in distopie. Un pezzo importante della sostenibilità che verrà è il diritto all’utopia, è la creazione delle condizioni per i sogni e i progetti di una società più equa e solidale.