Milano, documenti falsi per reddito di cittadinanza: due arresti

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 feb. (askanews) - Avevano organizzato a Milano un laboratorio clandestino per la realizzazione di falsi documenti per ottenere il reddito di cittadinanza. Due cittadini romeni, di 19 e 29 anni, sono stati arrestati dalla polizia; una donna di 27 anni è indagata. Il blitz è scattato ieri in un appartamento in via Cividale del Friuli dove i poliziotti hanno trovato numerose fototessere e documenti falsi intestati a diverse persone, 3 computer, 3 stampanti, 1 plancia taglia-carte, materiale per la plastificazione e stampa fotografica, 1 pacco di schede sim prepagate e 2mila euro.

L'analisi dei cellulari degli uomini ha permesso di rinvenire file contenenti attestazioni di soggiorno e documentazione utile all'ottenimento del reddito di cittadinanza. Il 29enne, che si trovava agli arresti domiciliari presso l'abitazione-laboratorio e già gravato da numerosi precedenti, è stato arrestato. In manette anche il 19enne, anch'egli con precedenti penali, che solo due settimane fa era stato arrestato in provincia di Varese proprio per aver fatto richiesta di reddito di cittadinanza con con documenti falsi. La donna, con precedenti di polizia per falso, è una percettrice di reddito di cittadinanza ed è stata denunciata a piede libero dai poliziotti.