Milano, era diventato l'incubo di banche e farmacie: arrestato

(Adnkronos) - Armato di forbici o taglierino, colpiva sempre gli stessi obiettivi, banche e farmacie, nella stessa zona di Milano, per portare a termine le sue rapine. Tanto da essere diventato un vero e proprio incubo per gli esercenti della zona. Martedì scorso, gli agenti della squadra mobile della questura di Milano lo hanno bloccato e arrestato. Si tratta di un 49enne italiano, già gravato da numerosi precedenti penali specifici, ritenuto responsabile di una rapina aggravata dall'utilizzo di arma da taglio consumata in una farmacia di piazzale Maciachini.

Ad arrivare a lui, i 'falchi' della squadra mobile i quali, a seguito di una serie di rapine commesse nella stessa zona nei giorni scorsi in danno di farmacie e banche, da un uomo rispondente sempre alla medesima descrizione, hanno intensificato specifici e mirati servizi di pattugliamento sui potenziali obiettivi. Nel primo pomeriggio di martedì scorso, i poliziotti sono intervenuti per un tentativo di rapina ad una farmacia di via Farini da parte di un uomo armato di forbici e corrispondente ancora alla medesima descrizione, datosi alla fuga in direzione di piazzale Maciachini senza l'incasso a causa della reazione della farmacista.

Le pattuglie della squadra mobile, con l'ausilio delle volanti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, hanno rafforzato i controlli nella zona di via Farini e, poco dopo, nelle vicinanze della farmacia appena rapinata, hanno intercettavano il rapinatore che stava tentando di dileguarsi imboccando la vicina metropolitana. I 'falchi' sono quindi intervenuti, riuscendo a bloccarlo nel mezzanino della stazione. Una volta identificato, l'uomo è risultato già destinatario di un provvedimento di cattura come cumulo pene e in possesso di 330 euro in contanti appena rapinati e immediatamente restituiti alla farmacia. Il rinvenimento degli abiti utilizzati per la commissione delle altre rapine, inoltre, ha consentito agli investigatori di attribuire al 49enne anche altri cinque episodi: tre in danno di farmacie e due in danno di istituti di credito della stessa zona.