Milano, +Europa: solidarietà a Bernardo, destra mastica persone

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Cernobbio (CO), 21 set. (askanews) - Dopo gli attacchi di questi giorni giunti dagli stessi esponenti e media di destra, fra cui Vittorio Feltri, Mario Giordano e Luigi Amicone (Comunione e Liberazione), a meno di due settimane dal voto per le amministrative Michele Usuelli, consigliere regionale di Più Europa/Radicali in Lombardia, esprime "solidarietà umana" al candidato sindaco Luca Bernardo.

"Caro Luca Bernardo - scrive Usuelli in un comunicato - dopo i pesantissimi attacchi di Vittorio Feltri e Mario Giordano, e ora anche di Luigi Amicone (Comunione e Liberazione) e Tempi alla tua candidatura, mi pare che si voglia scaricare su di te la inadeguatezza del centrodestra milanese. A questo punto della vicenda, ci tengo a sottolineare un passaggio della mia intervista a Repubblica: penso che tu abbia sbagliato elezione, che tu abbia fatto il passo più lungo della gamba - si legge nel comunicato - C'è nel tuo bagaglio, oltre a una legittima anima politica di destra, una conoscenza delle politiche sanitarie. Come ho detto, se tu fossi consigliere regionale e membro della commissione sanità, mi scontrerei con te sulle differenti visioni della sanità lombarda, ma saresti di gran lunga il più competente consigliere regionale della Lombardia di destra in materia di sanità. Beninteso - chiarisce Usuelli - non ti voterei neppure lì, ma se vorrai restare in politica, il mio consiglio e augurio per te è in quella direzione. Trovo questo un modo (spero) non bigotto di mostrarti, per ciò che vale, la mia solidarietà umana per come questa destra becera mastica e sputa le persone. Ribadisco, per evitare a mia volta possibili fraintendimenti, che alle elezioni comunali sostengo Beppe Sala e la lista La Milano Radicale".

Per Lorenzo Lipparini, assessore al Comune di Milano e capolista della Milano Radicale con Sala "quello che sta avvenendo è la dimostrazione che la competenza è importante e che non ci si improvvisa politici. A ciascuno il suo mestiere, a Bernardo la medicina, ai suoi sponsor politici la responsabilità di avanzare contenuti e proposte, che invece non sono mai arrivati. La destra l'ha scelto perché come candidato serviva per mascherare le divisioni, le incompetenze e le mancanze del programma delle destre per la città. Come Radicali noi invece sono decenni che dimostriamo di saper fare le cose, che non abbiamo mai abbandonato tavoli e banchetti, che la politica la facciamo dal basso insieme ai cittadini".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli