Milano, fanno controllo per armi e in casa scoprono 14 kg hashish

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 set. (askanews) - Ieri pomeriggio a Cinisello Balsamo (Milano), i poliziotti del locale commissariato hanno arrestato un 47enne italiano incensurato che nascondeva nella sua abitazione poco meno di 14 chili di hashish. Lo ha riferito in una nota la questura di Milano, ricostruendo il rocambolesco retroscena della scoperta. Domenica notte, infatti l'uomo era stato soccorso dal 118 perché trovato riverso a terra con diverse ferite al viso e completamente ubriaco. Sul posto erano così intervenuti anche gli agenti delle Volanti del commissariato che avevano accertato che l'uomo deteneva legalmente delle armi. Così ieri, gli stessi poliziotti si sono recati per un controllo nell'abitazione del 47enne che nel frattempo era stato dimesso dall'ospedale.

All'interno della cassaforte indicata dall'uomo però, le armi non c'erano e l'uomo "non è stato in grado di fornire una spiegazione". Ma durante gli accertamenti gli agenti sono stati attirati da un forte odore di hashish che veniva dall'unica stanza che il 47enne non aveva aperto. Una volta entrati, hanno così trovato decine di panetti di "fumo" per un totale di 13 chili e 800 grammi, un bilancino elettronico e materiali per il confezionamento delle dosi. L'uomo è così finito in manette ed è stato anche denunciato a piede libero per il possesso di 61 cartucce d'arma da fuoco di diversi tipi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli