Milano, finte operatrici Comune derubavano anziani: 3 arresti

Red/Sav

Roma, 24 gen. (askanews) - Con un'operazione chiamata "Municipal fakes", polizia, carabinieri e polizia locale della sezione di pg della Procura di Milano hanno arrestato ieri 3 donne nomadi con l'accusa di furto in abitazione aggravato e di sostituzione di persona: sarebbero responsabili di vari furti in abitazione ai danni di persone anziane, alle quali si presentavano come operatrici del Comune incaricate di verificare i medicinali assunti per consentire un'esenzione dal pagamento del ticket sanitario. Riuscivano così ad avere accesso alle abitazioni, da dove poi, approfittando della distrazione delle vittime, sottraevano gioielli e denaro.

Le donne sono accusate di diversi episodi di furto, dai primi mesi del 2018, tutti caratterizzati dal medesimo modus operandi.

Gli arresti sono stati eseguiti tra le province di Vercelli (campo nomadi di Ghislarengo) e Novara, con l'ausilio in fase di esecuzione di personale della squadra mobile di Vercelli e dei carabinieri di Novara. L'ordinanza è stata emessa dal gip del Tribunale di Milano.