Milano, Galimberti: -40% posti centri estivi primaria e infanzia

Lzp

Milano, 19 giu. (askanews) - A causa delle norme anti-Covid l'offerta di posti per i centri estivi per l'infanzia e la primaria del Comune di Milano subir "una contrazione del 40% rispetto allo scorso anno". Lo ha dichiarato in Commissione Educazione l'assessora, Laura Galimberti, specificando tuttavia che "non si registrano segnali di impennata della domanda e, grazie anche all'aiuto di privati e oratori, siamo fiduciosi di avere posto per tutti". Per quanto riguarda i centri estivi per le primarie sono state soddisfatte tutte le domande con 2mila i bambini che usufruiranno del servizio, mentre per l'infanzia "aspettiamo le domande".

Quanto alle tariffe l'assessora ha confermato che ci sono "21 fasce Isee" e comunque anche per chi nella fascia sopra i 40mila euro il costo sar "di meno di 200 euro per due settimane, inclusi i pasti". Nelle graduatorie, sar data priorit ai disabili e alle famiglie numerose, con entrambi i genitori che lavorano.

Sui fondi statali, Galimberti ha spiegato che dal decreto rilancio arriveranno al Comune di Milano 2,4 milioni di euro per i centri estivi. "Ieri dalla Conferenza Stato-Regioni stato fornito il riparto dei fondi. A Milano spettano 2,4 milioni, ma non abbiamo ancora indicazioni su come poterli utilizzare. Pensavamo a voucher o forme di sostegno ai settori, vedremo quando sulla base del decreto. Ma dobbiamo muoverci con grande rapidit"..

L'assessora all'Educazione ha poi aggiunto che saranno organizzati 3 webinar di 2 ore ciascuno per formare gli educatori alla luce delle novit adottate per far fronte all'emergenza Covid.