Milano, giunta comunale: sì all'aggiornamento del piano cimiteri

red-fcz

Milano, 6 ago. (askanews) - La giunta comunale di Milano ha approvato nell'ultima seduta la delibera per l'aggiornamento del Piano Regolatore di Programma dei Cimiteri della città che passa ora all'esame dell'aula del consiglio comunale. La proposta di aggiornamento del Piano - strumento con cui il Comune stabilisce la pianificazione del proprio sistema cimiteriale in relazione ai fabbisogni di sepoltura, disciplina le scelte dell'Amministrazione e organizza le funzioni cimiteriali - risale alla scorsa consiliatura ed è stata elaborata con il supporto scientifico, culturale e metodologico del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano. Riguarda gli otto cimiteri cittadini (Maggiore, Monumentale, di Bruzzano, di Lambrate, di Chiaravalle, di Greco, di Baggio e di Muggiano) che insieme coprono un'estensione di circa 148 ettari (di cui 21 ettari di spazi a verde) per circa 886 mila sepolture complessive.

L'aggiornamento del Piano Regolatore si è reso necessario perchè, nel corso degli ultimi anni, sono aumentate le richieste di tumulazione di ceneri a seguito di cremazione, con una conseguente diminuzione dei campi inumativi previsti dal Piano attulamente in vigore, approvato nel 2000. Così il nuovo nuovo Piano prevede una diversa destinazione delle aree in base al cambiamento delle tendenze avvenute negli ultimi 10 anni, che hanno visto un aumento del 53% delle cremazioni, del 43% di tumulazioni ceneri, del 103% della dispersione ceneri del 18% delle tumulazioni, mentre scendono del 25% le inumazioni, mentre il 20% delle richieste di tombe di famiglia non possono essere accolte.

"Presenteremo il nuovo Piano regolatore al Consiglio comunale per adeguare il nostro sistema cimiteriale all'evoluzione della società e della città", spiega l'assessore ai servizi civici, Roberta Cocco, che aggiunge: "E' un Piano complesso che ha richiesto un lungo iter di lavorazione, ma siamo molto soddisfatti del risultato, che riesce a coniugare valorizzazione del patrimonio artistico e culturale dei nostri cimiteri con l'ottimizzazione e innovazione degli spazi senza tralasciare la creazione e la cura di nuove aree verdi".