A Milano il Co-Innovation Center di Cisco sulla cybersecurity

Mch

Milano, 24 gen. (askanews) - E' il primo Co-Innovation Center sulla sicurezza informatica promosso da Cisco in Europa e ha l'ambizione di sviluppare e testare soluzioni innovative su privacy e protezione delle reti. Il progetto nasce nell'ambito di Digitaliani, il piano di investimenti che Cisco ha avviato in Italia nel 2016 con un investimento iniziale di 100 milioni di dollari. La sede del centro sarà un luogo simbolo di Milano come il Museo nazionale della scienza e della tecnologia che ospiterà Cisco almeno per i prossimi tre anni.

"Prende vita una struttura che rappresenta un luogo in cui creare innovazione sui temi della sicurezza della privacy", ha spiegato Agostino Santoni, amministratore delegato di Cisco Italia. Obiettivo del centro di co-innovazione è aiutare "a rafforzare l'Italia in un'arena strategica per il suo futuro: la cybersecurity. Mettere la sicurezza al centro della digitalizzazione si riflette positivamente su cittadini e imprese, creando la fiducia nello sviluppo tecnologico indispensabile per la crescita di un Paese", ha detto Santoni.

Il centro, primo al mondo a nascere tra le mura di un museo, fa parte di una rete mondiale di centri di co-innovazione Cisco e dialogherà attivamente con tutte le realtà che fanno già parte di 'Innovation Exchange', la rete di luoghi dedicati all'innovazione diffusa sul territorio nazionale.

La struttura ospita spazi dedicati agli sviluppatori e ricercatori, laboratori per sviluppare e testare soluzioni innovative. Nel centro si lavorerà su alcuni aspetti chiave della cybersecurity, sul'Internet delle cose, la privacy e la sicurezza nei servizi dei cittadini, la protezione delle filiere e delle infrastrutture critiche.