Milano, il Trivulzio riapre ai parenti: da luned via alle visite

red-fcz

Milano, 19 giu. (askanews) - Luned 22 giugno il Pio Albergo Trivulzio, storica casa di riposo di Milano, riapre in via sperimentale l'accesso alle visite dei familiari. Lo comunica una nota dell'istituto, precisando che l'ingresso, sospeso dal 10 marzo, sar concesso solo ai parenti degli ospiti ricoverati nei reparti "covid free" o "covid negativizzati" e in buone condizioni di salute.

Familiari e caregiver verranno contatti telefonicamente dalla struttura che far un primo screening. Se il triage telefonico si sar concluso positivamente, verr fissato un appuntamento. In una prima fase sperimentale della durata di 10 giorni saranno riammessi un minimo di 2 familiari al giorno per ognuna delle 5 Rsa di Milano: Bezzi, Fornari, Schiaffinati, Pio e Principessa Jolanda. Per tutta la settimana successiva la struttura assicurer ai parenti 10 incontri al giorno. La priorit sar data alle famiglie degli ospiti pi anziani, sentito il parere dello psicologo aziendale.

Gli incontri avranno una durata complessiva di un'ora e verranno preceduti da un secondo triage nel quale verr verificata l'assenza di febbre o di sintomi sospetti. Al famigliare (uno solo alla volta) verranno forniti mascherine FFP2, cuffie, occhiali protettivi, guanti, calzari, sovracamice monouso. L'incontro con il proprio caro dovr avvenire rigorosamente all'aperto, con una distanza minima due metri, alla presenza del medico referente, di un infermiere e, se necessario, dello psicologo.

Le visite, che dovranno essere rimandate in caso di maltempo, saranno organizzate in modo da ridurre al minimo la possibilit di circolazione nella struttura da parte dei familiari, evitare assembramenti, permettere il distanziamento sociale ed evitare eccessivi disagi per gli ospiti. Dopo il settimo giorno di visite anche il Comitato Parenti verr coinvolto in una prima valutazione sull'esito della sperimentazione. La direzione sanitaria della struttura si riserva la possibilit di rideterminare la programmazione delle visite a seconda dell'evoluzione dell'epidemia a Milano.