Milano, intascava soldi multe arrestato: agente Polizia Locale

Lzp

Milano, 23 giu. (askanews) - I Carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari un agente della Polizia Locale di Milano, addetto all'Ufficio Ingiunzioni, ritenuto responsabile di accesso abusivo a sistema informatico, frode informatica ai danni della Pubblica Amministrazione e falsit materiale commessa dal pubblico ufficiale.

Il provvedimento restrittivo il risultato dello sviluppo investigativo dell'inchiesta "Ghisa Scura" che ha gi portato, il 26 luglio 2019, all'arresto di 3 donne (1 agente e 2 operatori amministrativi), gravemente indiziate degli stessi reati.

Secondo quanto ricostruito, l'agente di Polizia Locale, grazie all'alterazione di dati del sistema informatico di gestione delle multe, permettava a cittadini compiacenti di saldare ingiunzioni emesse a seguito del respingimento di ricorsi per infrazioni stradali, a fronte del pagamento in contanti di una cifra sensibilmente inferiore che veniva trattenuta dal pubblico ufficiale e mai versata all'Ente comunale.

Complessivamente i Carabinieri hanno accertato la definizione fraudolenta di 71 ordinanze di ingiunzione prefettizie, con un danno erariale stimato in oltre 12 mila euro e il coinvolgimento di 33 cittadini, denunciati in quanto concorrenti, a vario titolo, nell'attivit fraudolenta.