Milano: ipotesi alleanza Sala-M5s, il 'no' di Pd e Azione

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 26 mar. (Adnkronos) – Il Movimento 5 Stelle alleato con il centrosinistra alle prossime elezioni del Comune di Milano? La suggestione è arrivata da Gianluca Corrado, ex candidato sindaco di Milano per il M5S, ma non è stata accolta con grande entusiasmo. In un'intervista al Corriere della Sera, Corrado ha detto che questa volta l'alleanza tra centrosinistra e Movimento 5 Stelle alle prossime amministrative milanesi è molto probabile: "Se si farà l'alleanza organica su scala nazionale, si farà anche a Milano". Il centrosinistra ha chiesto subito spiegazioni a Giuseppe Sala, da poco entrato nei Verdi Europei e da tempo incline a tenere buoni rapporti con il Movimento fondato da Beppe Grillo.

"Le alleanze si fanno sulle idee e i programmi per la città e non con le interviste sui giornali. È evidente che quanto ha dichiarato Gianluca Corrado oggi in un'intervista sul Corriere rifletta una sua personale opinione e non quella di una posizione concordata, né con noi né con il sindaco Beppe Sala, che me lo ha confermato questa mattina stessa con una telefonata", sottolinea in una nota la segretaria metropolitana del Pd Milano, Silvia Roggiani.

Le parole di Roggiani "vanno nella direzione giusta e sono in linea con l'idea di futuro che Milano in Azione ha in mente per la città. Per noi il futuro di Milano non è fatto di decrescita e di assistenzialismo", sottolineano da Azione, che a Milano intende sostenere la lista di Sala. Tra l'altro, lo stesso Corrado, nell'intervista, ha ammesso che i delusi ci saranno, soprattutto tra le file del movimento. "Ci saranno molti delusi. Per una buona metà degli attivisti milanesi l'alleanza col Pd sarà un boccone durissimo da mandar giù".