Milano, l'attività giudiziaria prosegue anche se con limitazioni

Fcz

Milano, 3 mar. (askanews) - A Milano la giustizia non si ferma. "Le essenziali attività giurisdizionali" proseguiranno ma "con limitazioni dei servizi", come il rinvio delle udienze, per i processi penali, che spetterà ai singoli giudici e ai presidenti delle varie sezioni valutare di volta in volta. E' questa la decisione presa dai capi di tutti gli uffici giudiziari di Milano dopo il caso dei due giudici risultati positivi al test del Coronavirus.

I vertici della giustizia milanese hanno deciso di "monitorare la situazione in via continuativa" e di "adottare, sulla base degli esiti del monitoraggio in corso e avuto riguardo alle peculiarità di ogni ufficio, provvedimenti che garantiscano la continuità delle essenziali attività giusrisdizionali, anche con limitazione dei servizi tra cui il rinvio di udienze penali". Toccherà tuttavia ai singoli giudici e ai presidenti dei collegi valutare caso per caso l'eventuale "grave pregiudizio" che potrebbe derivare dal rinvio di un'udienza.

La situazione, si legge ancora nel provvedimento approvato dai vertici della giustizia milanese al termine di una riunione durata oltre tre ore, "è in continua evoluzione ed è oggetto di monitoraggio anche sanitario" e proprio per questo "impone l'adozione di provvedimenti che garantiscano la prosecuzione dell'attività giurisdizionale e amministrativa nelle sue componenti principali ed essenziali".