A Milano Linate dopo face boarding arriva tac per bagagli

Lzp
·1 minuto per la lettura

Milano, 28 ott. (askanews) - Dopo l'introduzione del Face Boarding, lo scalo di Milano Linate si è dotato di nuove macchine con tecnologia TAC per il controllo dei bagagli a mano che sostituiscono quelle X-Ray. Da oggi non si dovrà più aprire il bagaglio per estrarre liquidi, creme, PC e iPad ai controlli di sicurezza. Milano Linate, infatti, è il primo aeroporto in Italia a dotarsi di questa nuova tecnologia e il primo in Europa ad effettuare la totalità dei controlli dei bagagli a mano con le macchine TAC. La nuova tecnologia aumenta l'efficacia dei controlli di sicurezza grazie al riconoscimento automatico degli esplosivi e, grazie alle immagini 3D ad alta risoluzione, consente agli addetti rapide e accurate valutazioni pur riducendo i tempi necessari al controllo. Aspetti più che mai importanti in epoca Covid. Sempre in ottica anti-Covid, Sea sta realizzando un progetto pilota in collaborazione con Kme per utilizzare i prodotti saCup, una linea di rivestimenti antivirali in rame, noto per le sue proprietà antivirali e antibatteriche. L'istituto di Virologia dell'Università di Pisa ha evidenziato che in 60 minuti la carica virale del virus Sars Cov-2 viene neutralizzata al 100% e in soli 10 minuti viene già abbattuta del 90%.