Milano, Mariani: Arena di Santa Giulia è l’ennesima speculazione

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 set. (askanews) - "Una nuova area da 16mila posti a due passi da San Donato dove ne è prevista un'altra da 18mila, neanche un metro quadro di edilizia popolare e la realizzazione di uno svincolo della Tangenziale che distrugge una grossa fetta di verde. È questo l'orizzonte di un'operazione immobiliare che la Giunta di Milano sta autorizzando nell'area a Sud della città". Non usa mezze misure il candidato sindaco di "Milano in Comune" e "Civica AmbientaLista", Gabriele Mariani, parlando del progetto della MSG Arena presentato ieri.

"È incredibile come il sindaco riesca anche questa volta a raccontare come il suolo dato a una società privata per costruire una nuova arena, che produrrà utili alla società che l'avrà in gestione, venga spacciato come 'patrimonio dei milanesi': ma patrimonio per chi?" prosegue Mariani, spiegando che "nel piano è previsto anche un nuovo svincolo della Tangenziale che attraversa un'area verde e porterà altro consumo di suolo e un aumento di veicoli in ingresso in città, con buona pace dei residenti e dei milanesi che respireranno altro smog in un'area già altamente congestionata".

"Con la nuova variante si sono concesse volumetrie per costruire nuovi appartamenti residenziali e non un metro quadro di edilizia sociale di cui la città ha estremamente bisogno, altro che città inclusiva" ha evidenziato il candidato della coalizione rossoverde, concludendo "strano che l'assessore Maran non sappia che a circa due chilometri, a San Donato, comune che confina con Santa Giulia, i suoi compagni di partito stanno portando avanti il progetto 'SportLifeCity' in cui è prevista un'altra arena da 18mila posti senza contare il Forum di Assago anch'esso a pochi chilometri che a quanto mi risulta non è neanche stato preso in considerazione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli