Milano, morta bimba di 16 mesi: fermata la madre

(Adnkronos) - Fermata a Milano una donna di 37 anni con l'accusa di omicidio volontario pluriaggravato dai futili motivi e premeditazione per aver abbandonato la figlia di 16 mesi a casa da sola per una settimana. Il cadavere della piccola è stato trovato ieri in un'abitazione in zona Mecenate, a Milano.

La piccola Diana, nata il 29 gennaio 2021, è stata lasciata sola dalla madre nella culletta, "per sette giorni" consecutivi, senza assistenza e "assolutamente incapace", vista l'età, di badare a se stessa, "senza generi alimentari sufficienti" e in condizioni di pericolo: tanto da morire "per stenti" e per mancanza di accudimento. E' questa la ricostruzione che emerge dalle prime indagini della Squadra mobile e del pm di turno Francesco De Tommasi.

La piccola era in un lettino da campeggio e a fianco c'era il biberon ma anche una boccetta di En, un ansiolitico, piena a metà. I medici legali non hanno riscontrato segni di violenza sul corpo, sicuramente è morta di stenti - per gli inquirenti -, ma sarà l'autopsia a chiarire se il farmaco o altri elementi possano aver influito sul decesso.

A dare l'allarme è stata la stessa madre che l'aveva lasciata per raggiungere il compagno (la piccola è nata da una relazione precedente, ndr) in provincia di Bergamo. L'uomo era all'oscuro di tutto, pensava che la bambina fosse al mare con la zia, la sorella della 37enne.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli