A Milano mozione +Eu e Alleanza civica per emergenze sanitarie a Ue

Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 9 nov. (askanews) - I consiglieri di Alleanza Civica hanno depositato presso il consiglio comunale di Milano, una mozione di +Europa che chiede un ampliamento delle competenze dell'Ue in materia di sanità pubblica in riferimento alle emergenze sanitarie transnazionali, quali le pandemie. "L'emergenza sanitaria causata dalla pandemia ha evidenziato la necessità di rafforzare il ruolo dell'Unione europea nel coordinare l'attivazione e il governo di misure di contrasto alla diffusione del contagio in raccordo con Stati, Regioni ed enti locali" hanno commentato in una nota Marco Fumagalli, Consigliere comunale a Milano di Alleanza Civica, e Valerio Federico, Tesoriere nazionale di +Europa. "Chiediamo - proseguono Fumagalli e Federico - la costituzione di una forza di regia, intervento sanitario rapido e protezione civile dell'Unione europea per le emergenze sanitarie transnazionali, occorrono nuove competenze, occorre superare i limiti degli Stati-nazione. La Costituzione italiana impone che la Repubblica tuteli 'la salute come diritto fondamentale dell'individuo'(art. 32) e prevede che questa possa 'in condizioni di parità con gli altri Stati' consentire a 'limitazioni di sovranità' (art. 11). Chiederemo che discussione e voto siano presto calendarizzati. La proposta - aggiungono - già approvata dai comuni di Parma, Pontedera e Lucca e depositata a Napoli, Palermo e Rimini, è utile a dare una scossa al Governo italiano perché si faccia promotore verso la Ue di una proposta concreta, dopo che la presidente Von der Leyen e il Pe si sono già espressi positivamente in tal senso", concludono Fumagalli e Federico.