Milano, Municipio 1 trasloca a Palazzo Calchi Taeggi al Vigentino

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 apr. (askanews) - Il Municipio 1 trasloca nel cinquecentesco Palazzo Calchi Taeggi di corso di Porta Vigentina 15. L'attuale sede, cioè l'Arengario tra piazza Duomo e via Marconi, è infatti da tempo destinata all'allargamento del Museo del Novecento e ora è nota la nuova struttura destinata a ospitare l'organismo amministrativo che rappresenta il centro storico della città. L'edificio, di proprietà comunale, dovrà però prima essere interamente ristrutturato, a spese dell'Agenzia delle Dogane che ne occuperà una porzione per i propri uffici. Ci sarà spazio anche per una serie di servizi civici, alcuni dei quali già ospitati lì, cioè una scuola materna, una biblioteca, un Cam e un auditorium, ai quali si aggiungeranno altre funzioni pubbliche, culturali e formative.

L'operazione, sviluppata dal Comune di Milano e approvata dalla Giunta, è stata definita in un protocollo d'intesa fra Palazzo Marino e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e sancita in un incontro avvenuto oggi con il direttore generale di Adm Marcello Minenna. L'intervento è fra gli strumenti scelti da Palazzo Marino per valorizzare gli immobili di sua proprietà e in particolare per quelli in cattivo stato di manutenzione. In questo caso l'Amministrazione ha giudicato "non percorribile" l'alienazione a terzi di tutto o di una parte del fabbricato o un suo sviluppo strettamente "commerciale" e ha scelto la collaborazione con l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Alla firma del protocollo seguirà un Tavolo Tecnico, che si occuperà delle valutazioni di fattibilità necessarie per sviluppare l'intervento. Il progetto prevede la riqualificazione del palazzo, che si svolgerà a tappe, senza allontanare i servizi che oggi vi sono ospitati. Il canone d'affitto sarà fissato al tavolo Tecnico istituito tra le due amministrazioni. L'intesa riguarda anche un'area di viale Monza. Palazzo Calchi Taeggi in origine era un monastero di monache benedettine governate dai Padri Cistercensi di Chiaravalle, poi di monache domenicane. La attigua chiesa di San Bernardo, sempre cinquecentescae annessa al monastero, crollò nel 1971 durante lavori di restauro. Soppresso il monastero nel 1785, dal 1792 al 1935 fu sede del Collegio Calchi Taeggi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli