Milano: nasce il vino del Duomo per finanziare restauro cattedrale (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Massimo Gianolli, presidente e amministratore delegato de La Collina dei Ciliegi, ha sottolineato che "c’è un fil rouge che congiunge la città di Milano a Verona, anche attraverso la storia del Duomo, costruito grazie al dialogo tra strutturisti veronesi e meneghini che, all’epoca della progettazione del Duomo di Milano, insieme risolsero i problemi tecnici circa la stabilità dei pilastri interni. Si tratta del medesimo legame che unisce la mia famiglia e le nostre aziende, a questi luoghi, dal 1925 in un eterno viaggio d’amore e d’intraprese, tra Milano e Verona”.

La bottiglia, con etichetta firmata dal wine designer Mario di Paolo, sarà in vendita nei prossimi giorni nei punti vendita della cattedrale milanese, alla Rinascente Milano e negli e-shop duomoshop.com e lacollinadeiciliegi.it. Sarà, inoltre, il Vino del Mese' di ottobre al Maio Restaurant sulla terrazza Rinascente Milano, e allo Sheraton Milan Malpensa Airport Hotel. Ogni bottiglia venduta contribuirà a sostenere i restauri del Duomo di Milano.

E con il sostegno di Generalfinance che ha aderito all’iniziativa di raccolta fondi della Veneranda Fabbrica 'Adotta una Statua', la Collina dei Ciliegi ospita dal mese di settembre una statua del Duomo, quella del Gigante 29. L’iniziativa punta a valorizzare alcune statue del Duomo di Milano che, per ragioni conservative, non possono più essere lasciate in opera sulla cattedrale e per questo motivo sono depositate al Cantiere Marmisti, il laboratorio della Veneranda Fabbrica alle porte della città.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli