Milano, all’Ortica murale dedicato alla nascita della Repubblica

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 giu. (askanews) - In occasione delle celebrazioni del 2 Giugno verrà inaugurato, in via Cima 39 all'Ortica, un nuovo murale del progetto Or.Me. - Ortica Memoria. Per questa occasione, il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, ha mandato una lettera e un videomessaggio che verrà trasmesso durante la cerimonia d'inaugurazione. L'opera, dedicata alla nascita della Repubblica, ritrae in primo piano il volto giovane e sorridente di Anna Iberti, la donna milanese simbolo dell'Italia democratica, che si rallegra per la vittoria nel referendum del 2 giugno 1946. La foto-icona, scattata da Federico Patellani e conservata oggi presso il Museo della Fotografia contemporanea di Cinisello Balsamo, è l'immagine della gioventù e della speranza di un Paese che guarda avanti dopo il fascismo e la guerra.

Oltre al volto di Anna Iberti, sul murale sono ritratte le staffette partigiane e i bambini: simbolo del legame indissolubile tra presente e futuro. L'opera, di 200 metri quadri, è stata realizzata dal collettivo artistico Orticanoodles e fa parte del progetto Or.Me. - Ortica Memoria, con il quale l'associazione Or.Me., con il patrocinio del Comune di Milano, ha dato vita al primo quartiere-museo della città dove la Storia è scritta sui muri. È la quindicesima opera del progetto.

Il murale è stato realizzato sulla facciata di un edificio in costruzione della storica cooperativa Seao (Società Edificatrice Abitazioni Operaie), che ha finanziato l'opera, e che da 140 anni offre alloggi assegnati in godimento a canoni contenuti, promuovendo un'idea di comunità e una concezione dello spazio abitativo più inclusiva e solidale. L'inaugurazione sarà domani, mercoledì 2 giugno, alle ore 10.15, in via Cima 39, a Milano. Saranno presenti: il Sindaco di Milano, Beppe Sala; la vice Sindaco, Anna Scavuzzo; la presidente del Municipio 3, Caterina Antola; il presidente di Legacoop Lombardia, Attilio Dadda; il presidente del Comitato permanente antifascista per la difesa dell'ordine repubblicano, Roberto Cenati.