Milano, Palazzo Marino contro Mibac: ricorso su vincolo per Qt8

Mch

Milano, 19 lug. (askanews) - La città di Milano ha deciso di ricorrere al Tar contro il decreto con cui, il 3 giugno, il ministero dei Beni culturali ha decretato "l'interesse culturale particolarmente importante relativo al quartiere QT8". Lo ha comunicato Palazzo Marino in una nota. Secondo l'amministrazione milanese, il provvedimento del Mibac "non ha accolto le osservazioni formulate ad aprile dall'amministrazione con cui si proponeva di sostituire il vincolo monumentale, considerato troppo impattante sulla gestione degli interventi di iniziativa pubblica e privata, con un più appropriato vincolo paesaggistico"

Per questa ragione scatta il ricorso di Palazzo Marino che si rivolge al Tar impugnando il decreto ministeriale "al fine di salvaguardare le prerogative del Comune nella gestione degli edifici comunali e nella disciplina dello sviluppo del territorio". Con il vincolo, sottolinea Milano, scatta l'obbligo di preventiva autorizzazione della Sovrintendenza per tutti gli interventi da realizzare su strade, piazze, spazi verdi (compreso il Giardino dei Giusti), edifici abitativi realizzati nel dopoguerra ed edifici pubblici.

"Il vincolo monumentale posto al quartiere - ha detto l'assessore all'Urbanistica, Pierfrancesco Maran - è una scelta anomala, che pare molto ideologica e che causerà criticità di intervento nelle manutenzioni di strade ed edifici pubblici per il Comune e rigidità burocratiche irragionevoli ai proprietari di abitazioni. Per questo ricorriamo confidando di poter arrivare a un vincolo di natura paesaggistica molto più coerente rispetto alle caratteristiche del quartiere e che il Comune auspicava da anni".