Milano, Palazzo Marino punta a valorizzare 25 aree in disuso

Red-Mch

Milano, 5 giu. (askanews) - Palazzo Marino punta a valorizzare 25 beni immobiliari di propriet del comune di Milano attualmente in disuso. La giunta ha approvato oggi la delibera con l'elenco degli immobili oggetto dell'avviso pubblico. "Per troppi anni il Comune ha dovuto rinunciare a valorizzare il patrimonio dismesso sparso per la citt. Ora possiamo iniziare a recuperarli aprendo all'interesse dei privati. Siamo fiduciosi sulla possibile rigenerazione di luoghi rimasti a lungo senza identit", ha detto l'assessore al Bilancio del comune di Milano, Roberto Tasca.

La scelta degli immobili, prima 61 poi scesi a 25, avvenuta sulla base delle possibili strategie di valorizzazione e ha tenuto conto, oltre che degli esiti del censimento e delle destinazioni del PGT da poco approvato dal comune di Milano. Le linee di indirizzo approvate prevedono la pubblicazione di un avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni d'interesse da parte di privati. Solo dopo si potr avere una stima del possibile incasso da parte di Palazzo Marino.

Per la valorizzazione, spiega l'amministrazione in una nota, "sono possibili l'alienazione, la concessione del diritto di superficie, la possibilit di ricorrere all'istituto dei contratti di sponsorizzazione (relativi ad opere pubbliche realizzate a spese del privato) o forme di partenariato pubblico - privato, tra cui il project financing e gli interventi di sussidiariet orizzontale". Tra gli edifici che si vogliono valorizzare ci sono 13 cascine in disuso di propriet comunale, due edifici scolastici, uno in via Graf Arturo l'altro via del Volga, magazzini e vecchi supermercati.