Milano, panchina arcobaleno imbrattata con insulti omofobi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 set. (askanews) - La notte scorsa ignoti hanno imbrattato con insulti omofobi la panchina arcobaleno realizzata tre mesi fa in occasione del Pride in piazza Insubria, nel popolare quartiere Calvairate di Milano.

A denunciare l'episodio (due scritte "Fate schifo" e "merda Lgbt" tracciate con lo spray nero) è stato il responsabile Diritti del Pd metropolitano e candidato al consiglio comunale, Michele Albiani. "Un piccolo simbolo di una città per tutti deturpato da chi una città per tutti non la vuole ed è pronto a contrastarla in ogni modo" ha dichiarato Albiani, aggiungendo "ma noi lo diciamo ancora più forte: per Milano la diversità è il valore più grande, da rivendicare con orgoglio".

L'esponente dem ha lanciato un invito per le 14.30 di oggi per ripulire la panchina, al quale hanno riposto diversi candidati al Municipio e al Consiglio comunale ma anche molti cittadini e appartenenti alla comunità LGBT+.

Contro questo gesto vandalico si è espressa anche la segretaria metropolitana del Pd Milano, Silvia Roggiani, affermando: "pensavano di insultare la comunità arcobaleno, invece hanno colpito tutti noi che ci battiamo ogni giorno per una società che riconosce e rispetta i diritti di tutte e di tutti". "Ma i vigliacchi, autori dell'ignobile scritta, sappiano che non basterà certo un gesto come questo ad arrestare il nostro impegno né a cancellare il messaggio che quella panchina rappresenta" ha proseguito Roggiani, concludendo "andiamo avanti, ancora più convinti, che serva approvare la legge Zan per contrastare l'odio e le discriminazioni nei confronti di chi, nel 2021, viene ancora considerato diverso".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli