Milano partecipa: una piattaforma digitale per coinvolgere i cittadini

milano partecipa piattaforma digitale

Anche Milano segue le orme di Barcellona ed Helsinky e inaugura una nuova era, quella in cui la tecnologia si mette al servizio della popolazione e della sua partecipazione alla vita della propria città. Lo ha annunciato l’assessore Lorenzo Lipparini, in occasione di Milano partecipa 2019: in arrivo una piattaforma digitale “che consentirà di gestire tutte le relazioni coi cittadini a supporto degli istituti di iniziativa popolare e democrazia deliberativa”.

Milano, in arrivo la piattaforma digitale

La decisione è stata presa sulla base di “molte esperienze di processi partecipativi realizzati in città anche con l’ausilio di diverse soluzioni digitali”, ha spiegato Lipparini, assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data. Il progetto partirà a marzo 2020, con l’inizio della discussione di un “nuovo regolamento sulla Partecipazione del Comune di Milano. Con la digitalizzazione affiancheremo nuovi canali di partecipazione agli strumenti tradizionali, ampliando le possibilità di coinvolgimento dei cittadini nel governo della città”.

La piattaforma si ispira a quella già in uso nella capitale finlandese e in quella catalana (“una piattaforma modulare e open source”), tradotta in italiano e adattata a tutte le esigenze locali, comprese quelle del “servizio pubblico di identità digitale spid“. L’obiettivo del progetto è quello di “raccogliere le petizioni dei cittadini, realizzare consultazioni, digitalizzare i processi amministrativi codificati come la promozione di delibere popolari e referendum”.

Milano partecipa 2019

Si è conclusa l’edizione 2019 di Milano partecipa, una tre giorni (oltre 120 incontri) interamente dedicata alla partecipazione attiva della cittadinanza ai processi decisionali del Comune, alla democrazia partecipativa e all’attivismo civico. L’evento, realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Partecipazione e la Fondazione Cariplo, si è tenuto dal 22 al 24 novembre negli spazi del Mudec, la Cariplo Factory e il Padiglione Visconti del Teatro alla Scala.