Milano, per riaperture del 26 aprile 50 mezzi in più per Atm

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 apr. (askanews) - Con il nuovo passaggio della Lombardia da lunedì 26 aprile in zona gialla e il contemporaneo aumento degli studenti che tornano a scuola in presenza Atm mette in strada, oltre ai mezzi aggiuntivi già impiegati da gennaio, ulteriori 50 mezzi circa, pari a un incremento del 15/20 % dei mezzi di superficie rispetto al periodo pre pandemia. Lo ha detto il direttore generale, Arrigo Giana, durante un punto stampa alla Stazione Cadorna. Si tratta di una trentina di bus turistici in affitto destinati a collegamenti punto-a-punto e di una ventina di mezzi propri liberati da linee minori che possono essere operate con mezzi privati. Le navette per le scuole passano cosi dalle 100 di gennaio a 130.

Resta comunque, ha osservato il Dg, il problema della capacità dei mezzi che resta ridotta al 50%. "L'unica strada - ha osservato Giana - è lo scaglionamento. Chi può, come è stato detto al tavolo prefettizio, resti fuori da finestra oraria compresa tra le 7 e le 9. Noi possiamo dire che il tornello in metropolitana al raggiungimento della soglia del 50% si chiude, ma questo non risolve il problema. Finora quando questo è successo c'è stata un'accettazione totale da parte degli utenti, non diventa un problema di ordine pubblico, idem sui mezzi di superficie. Il problema è se ciò diventa sistemico". In ogni caso Giana ha evidenziato che "gli studenti non sono un problema".