Milano, per Sala tampone da Brigata sanitaria, poi visita Baggina

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 mar. (askanews) - Prima si è sottoposto a tampone (con esito negativo) presso la postazione dei volontari della "Brigata sanitaria", stamane al lavoro davanti al Carcere Minorile Beccaria. Poi la visita al Pio Albergo Trivulzio, la storica struttura milanese di accoglienza degli anziani. E' trascorsa così la mattinata del sindaco di Milano Giuseppe Sala, che ha pubblicato su facebook due post con foto delle rispettive visite.

"È sempre bene vedere con i propri occhi e non solo leggere ciò che media e social affermano. Oggi ho verificato il lavoro della Brigata Sanitaria. Un gruppo di operatori sanitari volontari che da qualche mese fa tamponi a chi non se lo può permettere in modo gratuito - scrive il sindaco di Milano nel primo post - Chi vuole dona qualcosa e può lasciare un 'tampone sospeso'".

Due ore dopo, la visita alla Rsa milanese. "Il Pio Albergo Trivulzio (la nostra Baggina) è una storica struttura di accoglienza milanese, fondata nel 1771 - scrive Sala - Nemmeno io dimentico ciò che è accaduto l'anno scorso, tanti anziani non ci sono più e Milano si stringe a fianco di tutte le famiglie colpite da quel lutto".

"Ma qui - prosegue il sindaco di Milano - ci sono tante brave persone che lavorano con dignità e passione. Si assistono gli anziani, ci si prende cura di dei malati terminali, si vaccina. Io vi voglio semplicemente dire che se ognuno di voi parlasse con qualcuno dei 700 degenti, con un infermiere o con una volontaria, come ho fatto io oggi, probabilmente vedrebbe quanta competenza hanno tutti coloro che ci lavorano. E che voglia di riscatto li anima. Cerchiamo di volere bene a un'istituzione che da 250 anni fa la sua parte per Milano", conclude Sala.