Milano, piano straordinario di Mm per ascensori delle case popolari

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 dic. (askanews) - Mm spa, gestore del patrimonio di edilizia residenziale pubblica di proprietà del Comune di Milano, ha definito un piano straordinario di interventi finalizzati a riqualificare o rifare completamente il parco ascensori ammalorato. L'attività di manutenzione straordinaria, grazie ad una somma già finanziata di circa 9 milioni di euro, partirà così in questi giorni. Il primo appalto, del valore 2,4 milioni di euro, riguarda 55 impianti in 32 complessi. I lavori cominceranno in via Nikolajevka, dove verranno rifatti sei ascensori. A seguire, è programmata, con lavori già affidati, la riqualificazione in via San Romanello, via Rossellini, via Faenza, via Drago, via Lopez, via Satta e via Martinelli. Entro il 2021 si completeranno i lavori nei 32 complessi coinvolti e si avvieranno le attività dei successivi appalti.

Gli ascensori delle case popolari, 850 impianti, rappresentano un patrimonio ingente di strutture talvolta molto ammalorate. Alla manutenzione ordinaria, che comprende anche il pronto intervento per guasti, si somma la manutenzione straordinaria che contempla interventi più articolati fino alla realizzazione di nuovi impianti. Ad esempio, nel corso del 2020, oltre alle attività di conduzione ed ispezione periodica degli impianti, tramite interventi eseguiti a canone per un valore pari a circa 320.000 euro, sono stati effettuati circa 500 interventi riparativi extra-canone per complessivi 1.170.000 euro.

"Siamo molto soddisfatti di questo piano manutentivo straordinario - commenta in una nota l'assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti - che abbiamo finanziato e, insieme a MM, organizzato proprio perché ci rendiamo conto del disagio che il blocco degli ascensori può provocare soprattutto per le persone disabili o anziane. Il nostro obiettivo ora è procedere in modo spedito con i lavori per riuscire a risolvere i problemi laddove esistano più breve tempo possibile". Gli interventi più frequenti riguardano: l'illuminazione della cabina, la sistemazione del quadro di manovra, gli adeguamenti normativi e, infine, la sostituzione di singole parti: bottoniera di cabina, display, automatismi vari, funi, argani-motori. Mm ricorda però il problema annoso, ma non per questo meno preoccupante, degli atti vandalici che rendono inservibili decine di ascensori e montascale.