Milano, in piazza Sant’Eustorgio torna la Notte dei Senza Dimora

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 16 ott. (askanews) - A Milano torna stasera l'evento che dal 1999 cerca di tenere alta l'attenzione di cittadini, media e istituzioni sulla condizione di chi non ha una casa. Si tratta di "La Notte sei Senza Dimora", iniziativa in programma in piazza Sant'Eustorgio in occasione dell Giornata mondiale di lotta alla povertà, il 17 ottobre, istituita dall'Organizzazione delle Nazioni Unite nel 1992. Le organizzazioni che si occupano di senza dimora, coordinate da Insieme nelle Terre di Mezzo Onlus, propongono un'iniziativa per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della povertà estrema e dell'emarginazione sociale.

"Con le nostre strutture e con l'unità mobile Buon Samaritano - ha scritto in una nota Fratel Clemente, Direttore delle opere della Fratelli di San Francesco - siamo impegnati 365 giorni all'anno nella cura dei senzatetto: da oltre vent'anni la nostra Fondazione offre un aiuto ai fratelli che hanno bisogno. In questi anni, ispirati dalle opere di San Francesco d'Assisi, abbiamo distribuito 12.315.00 pasti. Da oltre vent'anni la Fondazione è diventata un punto di riferimento per i poveri di Milano e offre un aiuto ai fratelli che hanno bisogno. Andiamo avanti nonostante la fatica e gli ostacoli che inevitabilmente si trovano sul cammino ogni giorno, ma con una grande certezza: stiamo facendo la cosa giusta".

Secondo le associazioni che organizzano l'iniziativa a Milano nel 2014 si è registrata per la prima volta dal 2011 una flessione di presenze di persone in strada nel periodo invernale, passate da 2.637 a 2.263 (di presenze censite). L'identikit del senza dimora milanese che ha vissuto per strada l'ultimo inverno è: uomo (87%), di età compresa tra 40 e 60 anni (51%), celibe (58%), straniero (72%). Sono in aumento le donne, passate dall'8 al 13%, rimangono stabili i padri separati (15%).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli