Milano, polizia arresta due pusher con 2,8 kg tra “erba” e hashish

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 apr. (askanews) - Ieri a Milano i poliziotti delle Volanti della locale questura hanno arrestato nel corso di due diversi controlli, altrettanti pusher italiani, sequestrando complessivamente 2,3 chili di marijuana e mezzo chilo di hashish. Lo ha riferito la questura, spiegando che il primo a finire in manette è stato un 38enne incensurato, fermato intorno alle 17 in piazzale Ferdinando Martini mentre era in compagnia di un amico 24enne. "Stiamo solo facendo quattro chiacchiere e fumando una canna" ha spiegato il 38enne che in tasca aveva sei grammi di "fumo". Nella successiva perquisizione della sua abitazione nella medesima piazza in zona Calvairate, i poliziotti hanno trovato altri 500 grammi di hashish e 100 grammi di "erba", oltre a 1.800 euro in contanti, un bilancino di precisione e l'occorrente per il confezionamento delle dosi.

Il secondo arresto ha riguardato un 32enne con precedenti per droga, che è stato fermato intorno alle 19 in viale Brianza alla guida di una Fiat 500 con a bordo la sua compagna. Nel borsone che aveva nel bagagliaio gli agenti hanno trovato tre involucri con un totale di circa 2,1 chili di marijuana e hanno quindi proceduto alla perquisizione della vicina abitazione dove abita con i genitori. Qui il cane antidroga ha scoperto nascosta dietro una falsa presa di corrente, una minicassaforte con all'interno altri 100 grammi di "erba" e un bilancino. Sequestrati anche tre telefoni cellulari. La fidanzata, una 29enne italiana, è stata denunciata a piede libero.