Milano, a Porta Venezia apre la prima biblioteca nel metrò

(Adnkronos) - Biblioteca in metrò: è l'ultima novità arrivata a Milano, nel mezzanino della fermata Porta Venezia della linea M1. Si tratta di una 'smart library' completamente robotizzata: funziona cioè come una macchinetta di cibo e bevande, ma al posto del caffè offre ai passeggeri un libro da leggere durante il viaggio in metropolitana.

Quattrocento - tra volumi cartecei, audiolibri, fumetti e dvd - i prodotti offerti in maniera totalmente gratuita agli utenti della smart library, che seguirà gli orari della metropolitana, restando quindi aperta sette giorni su sette, dalle sei del mattino fino a mezzanotte inoltrata. Potranno usufruire del servizio gli iscritti al sistema bibliotecario e cittadine e ai cittadini residenti a Milano, a cui basterà, attraverso un Qr-code, accedere a una pagina in cui effettuare gratuitamente e in tempo reale l’iscrizione (con spid o carta d'identità elettronica), e quindi al prestito.

La biblioteca nel metrò, messa in campo grazie ad un cofinanziamento ottenuto da Regione Lombardia, con la collaborazione di Atm, rientra nel più ampio progetto 'Biblioexpress', avviato nel 2020 dal Comune di Milano per garantire maggiore prossimità territoriale agli utenti dei servizi bibliotecari. Già trenta le edicole e cinque le librerie milanesi attive come punti di prestito nei quartieri.

La smart library inaugurata oggi nel mezzanino di Porta Venezia dialoga con il catalogo del sistema bibliotecario, che registrerà in tempo reale le transazioni di prestito. Nella fase preliminare di collaudo della macchina (che dovrebbe concludersi con la fine dell'estate), la biblioteca in metrò proporrà una dotazione di soli libri e sarà possibile accedere esclusivamente ad un prestito alla volta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli