Milano, primo mese di saldi positivo: +35% sul 2020 ma su 2019 -15%

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 ago. (askanews) - Corso Buenos Aires, corso Vittorio Emanuele II, via Torino, corso Vercelli, via Belfiore, corso di Porta Romana: gli esercizi di questi assi commerciali sono fra quelli che più hanno beneficiato dei saldi estivi, iniziati esattamente un mese fa.

"L'andamento di questi saldi estivi è stato finora certamente positivo, superiore alle nostre aspettative - afferma Gabriel Meghnagi, presidente della rete associativa vie di Confcommercio Milano - Non abbiamo recuperato i livelli del 2019, siamo ancora sotto del 15%, ma vi è stato un significativo incremento, +35%, rispetto allo scorso anno, quando i saldi estivi erano partiti decisamente troppo tardi".

Lo scontrino medio di acquisto si è attestato sui 100-105 euro e la spesa complessiva media per famiglia sui 350-360 euro: "L'efficacia dei saldi si è riconfermata come spinta per la vendita - rileva Meghnagi - assieme a un clima di maggiore fiducia, non paragonabile, certo, a quello del 2020 con il faticoso riavvio post-lockdown delle attività e il disorientamento dei consumatori".

I prodotti più venduti in questi saldi estivi milanesi abbigliamento (abiti, pantaloni, maglieria) e calzature per la donna; articoli per bambini; camicie, pantaloni, polo e giacche per l'uomo. "In questi saldi estivi, nell'ultima decade di luglio - aggiunge Meghnagi - si è anche visto un parziale ritorno di stranieri: dai Paesi europei e dal Medio Oriente. Mancano ancora i turisti dell'estremo Oriente e dell'Est, molto importanti per gli acquisti nei negozi moda".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli