Milano, principio di incendio alla Mangiagalli: nessun ferito

Mch

Milano, 3 ago. (askanews) - L'allarme è scattato alle 4.57 di stamattina per segnalare un principio di incendio all'interno del reparto di Terapia intensiva neonatale della clinica Mangigalli - Policlinico di Milano. I dispositivi di sicurezza si sono subito attivati e hanno permesso di bloccare le fiamme prima che fosse troppo tardi. I 23 neonati ricoverati e il personale ospedaliero sono stati fatti evacuare in pochi minuti e per precauzione sono stati allertati anche i Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto con le prime luci del mattino.

A innescare le fiamme, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato un cortocircuito elettrico. "Tutti i bimbi e tutti gli operatori stanno bene, grazie anche al protocollo di sicurezza che viene attivato in questi casi", ha sottolineato il Policlinico di Milano in una nota. "I 23 neonati ricoverati in Terapia intensiva neonatale - ha aggiunto Fabio Mosca, direttore della Neonatologia e della Tin del Policlinico di Milano - ora si trovano nella nostra area di Terapia Intermedia, dove sono presenti tutte le attrezzature di cui hanno bisogno".

"La situazione sta già tornando alla normalità - ha spiegato Ezio Belleri, direttore generale del Policlinico - le procedure interne hanno funzionato perfettamente, così come i protocolli di sicurezza messi in atto dal personale. Siamo lieti di confermare che nessun paziente o operatore ha avuto la minima conseguenza, e che non c'è stato alcun danno rilevante nemmeno alla struttura". Il direttore generale ha voluto ringraziare "tutto il personale della Terapia intensiva neonatale e tutti coloro che sono man mano intervenuti: hanno gestito in maniera esemplare questo inconveniente, e ci hanno permesso di ripristinare in tempi rapidi l'attività clinica". Ora non resta che testare il corretto funzionamento delle apparecchiature mediche che erano presenti in quella stanza, per scongiurare che i dispositivi anti-incendio possano averle danneggiate.