Milano, protocollo su “tempi della città” per aperture differenziate

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 set. (askanews) - In vista dell'apertura delle scuole il prossimo 13 settembre, questo pomeriggio in Prefettura a Milano è stato sottoscritto un nuovo protocollo dei "Tempi della città", che di fatto ricalca quello di dicembre 2020.

Il trasporto pubblico avrà una capienza massima dell'80%, mentre per quanto riguarda il commercio, i negozi apriranno alle 10.15 con l'eccezione dei servizi essenziali e delle librerie, mentre quelli che svolgono "servizi alla persona" potranno aprire alle 9.30. Gli uffici comunali apriranno alle 9.30, tranne quelli ritenuti "essenziali" (servizi funebri, Anagrafe e stato civile) che apriranno alle 8.30).

"Qui siamo nell'ambito degli obblighi" ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine della firma del documento con il prefetto Renato Saccone, i sindacati e le associazioni di categoria, aggiungendo che poi "noi raccomandiamo alle aziende di aprire gli uffici quanto più possibile alle 9.30, mentre la manifattura può aprire prima alle 8". "Raccomandiamo uno smart working di almeno il 50%" ha continuato il sindaco, sottolineando che "raccomandiamo inoltre che le lezioni universitarie inizino alle 10 e gli alunni facciano ingresso a scuola per il 70% entro le 8 e il restante 30% dopo le 9.30".

Il sindaco ha spiegato che per realizzare questo piano "abbiamo misurato con il Politecnico i flussi previsti" e che è "importante aspettare il più possibile questo tipo di indicazioni: questa pandemia ci ha obbligato a essere più flessibili, partiamo così e poi faremo sintesi. Ci impegniamo a monitorare l'effetto di queste misure". Sala ha aggiunto inoltre che "Atm metterà in campo più persone per controllare il rispetto dell'uso delle mascherine".

Alp

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli