Milano, ragazza aggredita sulle scale del palazzo: arrestato

ragazza aggredita milano

Lo scorso 31 agosto una ragazza è stata aggredita e rapinata sulle scale del suo palazzo in via Padova, a Milano. Nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 settembre, gli agenti sono riusciti ad arrestare il rapinatore.

Aggredita sulle scale del palazzo

In base alla ricostruzione dei fatti, sembra che l’uomo avesse trascorso gran parte della sua serata in un locale in via Giacosa. All’uscita dal locale ha quindi notato una giovane donna sola nei pressi di via Padova ed essendo rimasto senza soldi, ha deciso di rapinarla. L’ha seguita fino all’ingresso di casa e fingendosi un inquilino del palazzo, è riuscito in questo mondo ad entrare con lei all’interno del portone.

A questo punto l’uomo, un 37enne di origini boliviane e con precedenti per rapina, lesioni e violenza sessuale, ha iniziato ad avvicinarsi alla donna. Quest’ultima, spaventata, ha quindi deciso di scappare attraverso le scale. L’uomo, però, non si è arreso e l’ha quindi aggredita, bloccandola sui gradini della scala. Dopo averla strattonata, ha preso con forza la borsetta che portava al collo. A quel punto è scappato in strada, facendo perdere le sue tracce.

Arrestato il rapinatore

Nella notte tra venerdì e sabato 14 settembre, però, gli agenti del commissariato di villa San Giovanni sono riusciti ad arrestare il rapinatore. Come già detto, si tratta di un 37enne boliviano con precedenti per rapina, violenza sessuale e lesioni. Gli agenti del commissariato Villa San Giovanni sono giunti all’uomo grazie alle telecamere a circuito chiuso installate all’interno dell’androne.

Le telecamere di videosorveglianza del caseggiato, infatti, hanno immortalato l’uomo, con un cappellino, uno zainetto, una maglia rossa e delle scarpe da lavoro, tutti indumenti che in seguito sono stati trovati e sequestrati. Se tutto questo non bastasse, si tratta di un soggetto che
tra il 2007 al 2016 ha precedenti penali e di polizia per rapina, violenza sessuale, lesioni personali“.

Caso vuole che il 37enne sia stato riconosciuto proprio nella zona della rapina. Inizialmente ha cercato di negare, ma alla fine ha confessato tutto agli agli investigatori. Dopo essere stato arrestato, quindi, gli agenti lo hanno accompagnato presso il carcere di San Vittore. Dalla questura, come si evince da Milano Today, hanno inoltre fatto sapere che “Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di verificare se vi siano altri episodi riconducibili al medesimo soggetto“.

Dopo aver pensato di averla fatta franca, quindi, l’uomo è stato arrestato e al momento gli agenti stanno svolgendo ulteriori indagini per verificare che non vi siano altri episodi del genere ad opera del 37enne.