Milano, rapina in banca in corso Lodi: colpo da 40mila euro

rapina banca

Hanno tenuto in ostaggio due dipendenti e una cliente per 40 minuti e poi sono scappati via con i 40 mila euro sottratti. La mattina del 22 luglio 2019 due malviventi hanno rapinato la filiale di corso Lodi a Milano della banca popolare dell’Emilia Romagna.

La rapina in banca

Verso le 12:30 di lunedì 21 luglio un ragazzo di circa venticinque anni con addosso jeans, camicia nera e un cappellino è entrato nella filiale di corso Lodi a Milano della banca popolare dell’Emilia Romagna e si è avvicinato al banco di un dipendente per chiedere informazioni, fingendo di voler accendere un mutuo. Pochi minuti dopo, il malvivente ha tirato fuori un taglierino e ha obbligato l’uomo ad aprire la porta per far entrare il suo complice. Si trattava sempre di un giovane di circa venticinque anni con indosso un foulard per coprire il viso, un cappellino, jeans e una camicia a quadri. Il secondo delinquente ha immobilizzato l’altra dipendente presente nella filiale. Lui e il suo complice hanno costretto i due cassieri ad aprire la cassa temporizzata. Poco dopo in banca è entrata una donna di sessanta anni che ha ricevuto dure minacce dai due ed è stata presa in ostaggio. Circa quaranta minuti dopo, quando i rapinatori sono scappati via con 40mila euro, i tre sono stati liberati. Alle 13.15, la dipendente ha deciso di chiamare la polizia, che è giunta in corso Lodi appena possibile insieme agli agenti della Scientifica che hanno effettuato tutti i rilievi del caso. La cliente di 60 anni è rimasta sotto choc: ha avuto bisogno di soccorsi. E’ stata trasportata dal 118 ed è stata ricoverata in codice giallo al Policlinico.