Milano: ricollocati bimbi nido, scuola infanzia Legioni Romane

Lzp

Milano, 17 ott. (askanews) - Saranno tutti ricollocati i bambini e le bambine che stavano frequentando il Nido e la Scuola dell'Infanzia di viale Legioni Romane, che lo scorso 15 ottobre ha subito un allagamento a causa di una non idonea protezione provvisionale della copertura, durante le fasi di rimozione del manto esistente: sulla scuola sono in corso, infatti, i lavori per il rifacimento del tetto.

Per quello che riguarda i circa 150 bambini della Scuola dell'Infanzia e della Sezione Primavera è stata individuata un'unica soluzione, che li possa tenere tutti insieme, in via Valdagno. La struttura sarà sistemata e allestita in questi giorni per poter ospitare i bambini a partire da lunedì 21 ottobre, per poi farli rientrare in Legioni Romane a fine lavori. Nel caso del Nido sono state trovate invece soluzioni alternative, mantenendo aperto il dialogo con le famiglie e cercando di andare il più possibile incontro alle singole esigenze: i posti per i circa 50 piccoli sono già disponibili.

"Anche questo caso ci porta a ribadire la necessità che le imprese che partecipano alle gare pubbliche lo facciano con la consapevolezza che non portare a termine i lavori nei modi e nei tempi concordati crea disagi enormi a tutti i cittadini - commenta l'assessore all'Educazione Laura Galimberti -. L'attenzione a questo dovrebbe essere ancor più amplificata quando si tratta di scuole, poiché ci vanno di mezzo per primi i bambini. Per i danni e i disagi in Legioni Romane, stiamo valutando le azioni da intraprendere nei confronti dell'impresa, che ci ha assicurato comunque di ripristinare le aree interessate entro massimo 15 giorni".

Nel frattempo, è stato richiesto all'impresa di posare subito il primo strato nuovo di impermeabilizzazione (che possa garantire la tenuta in caso di ulteriori piogge) e, a seguire, di realizzare gli altri strati di isolamento ed impermeabilizzazione. Prima di rendere nuovamente agibili i locali e considerato lo stato di ammaloramento di controsoffittatura e impianti, l'Amministrazione ha richiesto all'impresa una relazione di un tecnico abilitato che verifichi la piena sicurezza e funzionalità degli ambienti interni.